Eurovision Song Contest 2017, l’Ucraina vieta la partecipazione di Yiulia Samoilova, cantante in gara per la Russia

Yiulia Samoilova non potrà rappresentare la Russia in gara all’Eurovision Song Contest 2017. Ecco perché.

La Russia aveva deciso: a rappresentarli in concorso all’Eurovision Song Contest 2017 sarebbe stata Yiulia Samoilova, cantante disabile di 27 anni affetta da una forma di atrofia muscolare spinale più grave anche nota come Sma 1. Lei, con il brano Flame is burnins, si sarebbe giocata la competizione nella finale della gara, a maggio. Era diventata famosa soprattutto grazie alla sua partecipazione a X Factor, dove si era classificata seconda, in Russia. In queste ore, ecco arrivare la decisione dell’Ucraina: Yiulia Samoilova non potrà rappresentare la Russia all’Eurovision.

In seguito a questa decisione, alla Samoilova è stato anche vietato l’ingresso per ben tre anni. La sua colpa? Due anni fa, nel 2015 si sarebbe recata in Crimea e secondo la legge dell’Ucraina, fare l’ingresso attraverso la Russia è illegale. La cantante, secondo quanto dichiarato, si sarebbe esibiti in una serie di concerti in Crimea, nonostante il portavoce abbia negato qualsiasi sua performance nel Paese.

Olena Gitlanska, portavoce del Servizio di Sicurezza ucraino, ha confermato il divieto di tre anni per l’artista “sulla base delle informazioni ricevute circa la sua violazione della legge ucraina”. Dura la reazione del Primo vice ministro degli Esteri russo Grigori Karasin, che ha definito questa scelta “oltraggiosa, cinica e disumana”.

Via | Indipendent

I Video di Soundsblog