Sanremo 2017, le canzoni del Festival che non hanno vinto ma hanno avuto successo

Festival di Sanremo 2017, dal 1951 al 2016, ecco le canzoni che non hanno vinto (e il loro posto in classifica) ma hanno comunque ottenuto un grande successo tra il pubblico

Non hanno vinto ma sono i grandi successi di Sanremo.

Con questa frase, ieri sera, è stata lanciata la clip con alcune delle canzoni più famose e note di tutte le edizioni del Festival di Sanremo. Nomi importantissimi della discografia italiana che non hanno conquistato il primo posto ma hanno ottenuto un ottimo riscontro da parte del pubblico. Tra i nomi, Fausto Leali, Vasco Rossi, Zucchero, Eros Ramazzotti, Laura Pausini e Mia Martini.

Come sottolineato, però, in sala stampa durante la conferenza di questa mattina, alcune posizioni sono differenti da quelle apparsi in sovraimpressione. Ecco qui sotto tutti i pezzi citati (con relativo gradino di piazzamento) e, alla fine, i diversi dati nelle classifiche delle rispettive edizioni del Festival.

Qui il video, nei primi minuti della puntata.

1958, Nilla Pizzi – L’edera (2° posto)
1961, Adriano Celentano, 24mila baci (2° posto)
1961, Mina, Le mille bolle blu (5° posto)
1962, Tony Renis, Quando Quando Quando (8° posto)
1964, Bobby Solo, Una Lacrima sul viso (3° posto)
1965, Pino Donaggio, Io che non vivo (senza te) (7° posto)
1966, Caterina Caselli, Nessuno mi può giudicare (10° posto)
1967, Little Tony, Cuore matto (5° posto)
1967, Don Backy, L’immensità (12° posto)
1968, Fausto Leali, Deborah (5° posto)
1968, Gianni Pettenati, La tramontana (8° posto)
1969, Nada, Ma che freddo fa (5° posto)
1969, Lucio Battisti, Un’avventura (9° posto)
1970, Nicola di Bari, La prima cosa bella (2° posto)
1970, Ornella Vanoni, Eternità (4° posto)
1971, Ricchi e poveri, Che sarà (2° posto)
1971, Lucio Dalla, 4 marzo 1943 (3° posto)
1972, Marcella Bella, Montagne verdi (4° posto)
1972, Lucio Dalla, Piazza Grande (6° posto)
1977, Collage, Tu mi rubi l’anima (2° posto)
1978, Anna Oxa, Un’emozione da poco (2° posto)
1978, Rino Gaetano, Gianna (3° posto)
1980, Pupo, Su di noi (3° posto)
1981, Loretta Goggi, Maledetta primavera (2° posto)
1981, Ricchi e Poveri, Sarà perché ti amo (5° posto)
1981, Eduardo De Crescenzo, Ancora (8° posto)
1982, Al Bano e Romina, Felicità (2° posto)
1982, Vasco Rossi, Vado al Massimo (22° posto)
1983, Matia Bazar, Vacanze romane (4° posto)
1983, Toto Cutugno, L’italiano (5° posto)
1983, Vasco Rossi, Vita spericolata (25° posto)
1984, Fiordaliso, Non voglio mica la luna (5° posto)
1985, Eros Ramazzotti, Una storia importante (6° posto)
1985, Umberto Tozzi, Donne (21° posto)
1986, Renzo Arbore, Il clarinetto (2° posto)
1987, Al Bano e Romina, Nostalgia canaglia (3° posto)
1987, Fiorella Mannoia, Quello che le donne non dicono (3° posto)
1988, Fausto Leali, Mi manchi (5° posto)
1989, Mia Martini, Almeno tu nell’universo (9° posto)
1989, Raf, Cosa resterà degli anni 80 (15° posto)
1990, Amedeo Minghi e Mietta, Vattene amore (3° posto)
1991, Renato Zero, Spalle al muro (2° posto)
1991, Marco Masini, Perché lo fai (3° posto)
1992, Mia Martini, Gli uomini non cambiano (2° posto)
1992, Paolo Vallesi, La forza della vita (3° posto)
1994, Giorgio Faletti, Signor tenente (2° posto)
1994, Laura Pausini, Strani amore (3° posto)
1995, Ivana Spagna, Gente come noi (3° posto)
1995, Andrea Bocelli, Con te partirò (5° posto)
1997, Nek, Laura non c’è (8° posto)
1997, Patty Pravo, E dimmi che non vuoi morire (6° posto)
2001, Giorgia, Di sole e d’azzurro (2° posto)
2001, Gigi d’Alessio, Tu che ne sai (8° posto)
2002, Daniele Silvestri Salirò (14° posto)
2011, Emma e Modà, Arriverà (2° posto)
2012, Noemi, Sono solo parole (3° posto)
2013, Max Gazzè, Sotto casa (7° posto)
2015, Nek, Fatti avanti amore (2° posto)
2016, Francesca Michielin, Nessun grado di separazione (2° posto)

1967, Luigi Tenco, Ciao amore ciao (Non classificato)

Controllando i dati delle posizioni, ecco quelle che risultano diverse da quanto emerso nella grafica. Patty Pravo risulterebbe essersi classificata ottava e non sesta, nel 1997, con E dimmi che non vuoi morire. Settimo e- non ottavo- quello stesso anno, Nek, con Laura non c’è. Se Ivana Spagna nel 1995 è arrivata al terzo gradino con Gente come noi, Bocelli si era classificato al quarto posto grazie a Con te partirò. Nel 1987, Fiorella Mannoia non era arrivata terza bensì ottava con il brano Quello che le donne non dicono. Nel 1981, Eduardo De Crescenzo non si era classificato tra i primi dieci con “Ancora”.

Con Piazza Grande, Lucio Dalla conquistò l’ottavo posto (non il 6°), Marcella Bella non arrivò quarta bensì settima con Montagne verdi. Nel 1968, La tramontana di Gianni Pettinati si classificò quinto e non ottavo. Nello stesso anno, Fausto Leali si classificò quarto e non quinto con Deborah. L’immensità di Don Backy si piazzò nona (non 12esima), Cuore Matto di Little Tony non quinto ma decimo. L’anno prima, nel 1966, Nessuno mi può giudicare di Caterina Caselli arrivò seconda.

Nel 1962, Quando Quando Quando di Tony Renis conquistò il quarto gradino (non l’ottavo). Dubbi per Bobby Solo che, secondo alcune versioni arrivò terzo mentre per altre fonti gareggiò fuori concorso (finalista ma non fu votata alla finale perché la cantò in playback a causa di un mal di gola).

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Festival di Sanremo 2021

Il Festival di Sanremo, anche noto come Festival della Canzone Italiana, è la principale manifestazione dedicata alla musica italiana.

Tutto su Festival di Sanremo 2021 →