Gigi d’Alessio ha “copiato” la copertina di un album di Pierangelo Bertoli?

La copertina del nuovo album di Gigi d’Alessio è uguale a quella di Eppure Soffia di Bertoli?

Che bella, che originale, la copertina del nuovo album di Gigi d’Alessio. Sulla facciata del nuovo progetto discografico del cantautore partenopeo, intitolato 24 febbraio 1967 (anche data di uscita del disco nonché suo compleanno), compare la sua carta d’identità. “Credo non ci sia nulla di meglio che raccontarsi con sincerità per farsi conoscere”, ha scritto sui social d’Alessio.

Peccato che l’idea non fosse così originale, in quanto già utilizzata dal compianto Pierangelo Bertoli per l’album Eppure Soffia, uscito nel 1976. “Ciao Gigi D’Alessio, sono il figlio del signore coi baffi nella foto a destra. La copertina del tuo cd è molto bella, ma non so come mai ha qualcosa di molto famigliare… io e la mia famiglia ci chiediamo se sia un caso”, scrive Alberto Bertoli sui social, facendo notare la forte somiglianza tra le due copertine.

Una differenza, a dire il vero, c’è: Bertoli aveva inserito anche la via di casa sua (quella vera). “Erano altri tempi e mio padre era di una disponibilità fuori dal mondo Ligabue che voleva fargli sentire i provini racconta spesso come fece a trovarlo : aprì L’elenco telefonico e sotto il nome introvabile di Pierangelo Bertoli c’era numero e indirizzo. Era davvero un grande il mio papà”.

La risposta di d’Alessio non si è fatta attendere: “”Ciao Alberto, aldilà della grandissima stima artistica per tuo padre posso assicurarti che è solo un caso la mia copertina praticamente uguale a quella del grande maestro Bertoli. Questo mi conforta perché vorrà dire che il caso ha voluto farmi avvicinare ad un grande. Spero che il mio nuovo disco possa rimanere nella storia come tuo padre, che purtroppo non ho avuto l’onore di conoscere”.