Arisa: “L’Eurovision? San Marino mi ha chiesto 300mila euro”

Arisa come Tony Maiello: San Marino le chiede 300mila euro per partecipare all’Eurovision 2017.

Arisa non ne ha mai fatto mistero. Partecipare all’Eurovision Song Contest, con la speranza di ritagliarsi un posto nel mondo, è sempre stato un suo sogno. Tanto da fare un appello alla Repubblica di San Marino: “Io non vado ancora all’estero, ma l’Eurovision è un momento di grande popolarità per gli artisti. Faccio un appello, chiedo alla Repubblica di San Marino se mi manda all’Eurovision Contest. Voglio andarci, sono sicura che le mie canzoni piacerebbero tanto agli altri, voglio cantarle personalmente e in italiano”, diceva un anno fa.

Succede che poco tempo fa lo staff di San Marino abbia affettivamente proposto all’artista di partecipare in loro rappresentanza, ma qualcosa sembra essere andato storto (via Il Quotidiano Nazionale):

“Penso che l’Eurovision sarebbe una grande opportunità, perché la mia è una musica fortemente italiana. San Marino mi ha proposto di partecipare, ma ci sarebbero voluti trecentomila euro e io non ho una cifra del genere da investire. Chi avrebbe dovuto pagare? La casa discografica. Ma quella cifra è troppo alta anche per lei. Peccato perché se mi mandi anche una volta sola all’estero, vedi poi cosa succede. Se potessi portare all’Eurovision la canzone che ho nel cassetto, ne vedremmo delle belle. Si tratta di un pezzo forte come Guardando il cielo, che non sono ancora riuscita a capire perché a Sanremo non è stato recepito come pensavo. Forse ero vestita male”.

Trecentomila euro. Una cifra piuttosto elevata (anche per un’etichetta solida come la Warner Music), giustificata dalla massiccia – e necessaria – promozione, dalle eventuali messe in scena e tutta la logistica sul luogo dell’evento.

La stessa richiesta, con una cifra piuttosto simile (si parlava di 500mila euro) ma pur sempre declinata, era arrivata a Tony Maiello. Eppure lo staff sanmarinese si era affrettato a smentire: “In merito alle notizie uscite sui siti web e sulla stampa sammarinese di una presunta proposta di partecipazione al cantante Tony Maiello all’Eurovision Song Contest per San Marino RTV, interviene il Capodelegazione Alessandro Capicchioni: “Non abbiamo avuto alcun contatto con il signor Maiello, né abbiamo incaricato alcuno di contattarlo a nome nostro. Non escludiamo il millantato credito – visto che i nostri nomi sono pubblici e reperibili facilmente sul web”. Smentiranno anche Arisa?

Intanto la ricerca di San Marino prosegue. Avanti il prossimo.

I Video di Soundsblog