“George Michael si è suicidato”, il profilo Twitter di Fadi Fawaz hackerato

Il compagno di George Michael, su Twitter, parla di possibile suicidio. Ma poi assicura: è stato un hacker

Ieri vi abbiamo riportato i primi risultati resi noti dell’autopsia sul corpo di George Michael, morto la mattina di Natale dell’anno scorso.

“Un esame post mortem è stato effettuato ieri, nell’ambito delle indagini sulla morte di George Michael- La causa della morte è inconcludente e ulteriori test saranno effettuati. I risultati di questi test è improbabile che siano resi noti per alcune settimane. La Thames Valley Police preparerà un file per l’Oxfordshire Coroner. La morte del signor Michael è ancora trattata come inspiegabile ma non sospetta”

Come noto, si è parlato fin da subito di insufficienza cardiaca come causa della scomparsa del cantante inglese. La stampa straniera, in alcuni casi, ha insinuato che potesse essersi trattato di overdose, ipotesi smentita dalla famiglia dell’artista e dalle parole a lui legate intimamente.

In queste ore, però, via Twitter, sono apparsi alcuni tweet shock nel profilo del compagno di George Michael.

L’unica cosa che George voleva era morire. Ha cercato di uccidersi molte volte. E alla fine ci è riuscito. Noi stavamo insieme sempre, 24 ore al giorno.

fadi-fawaz.png

Queste le frasi che sono apparse su Twitter ma Fadi Fawaz ha specificato di non essere stato lui a scriverle ma che era opera di un hacker, come rivelato al Mirror:

“Sono sconvolto da quello che sta succedendo con questa cosa di Twitter. Il mio account Twitter è stato violato e chiuso. Ho un po’ paura ad essere onesto. Io non ho mandato quei tweets. Mi sono svegliato alle 11.30 con questa notizia. Non ho intenzione di preoccuparmi di queste cose”

Sarebbe stato quindi un hacker, mentre l’uomo stava ancora dormendo, a scrivere questi falsi tweet con il suo account, prima di cancellare il profilo.

Via | Mediaite

I Video di Soundsblog