George Michael, tre album di canzoni inedite scartate dal cantante? Le indiscrezioni sull’eredità artistica

Dopo la sua improvvisa morte, si parla del materiale inediti di brani incisi da George Michael.

E’ un passaggio (purtroppo) obbligato quanto -spesso- non necessario ed evitabile. Parliamo del materiale inedito che finisce al centro dei discorsi dopo la morte di un cantante. Era già successo in passato con numerosi artisti scomparsi (da Amy Winehouse a Whitney Houston e Michael Jackson). Anche George Michael, in queste ore, è finito sulle prime pagine dei giornali in merito a canzoni mai ascoltate (e incise) che l’artista inglese avrebbe composto nel corso degli anni.

Secondo quanto riportato dal Daily Record, ci sarebbero così tanti brani da poter dar vita ad almeno tre album postumi. Il motivo per il quale non sarebbero stati rilasciati, però, sarebbero dipesi esclusivamente dall’atteggiamento perfezionista del cantante. Piuttosto che pubblicare del materiale del quale non era convinto al cento per cento, preferiva lasciarlo da parte e non condividerlo con il pubblico. Scelta più che comprensibile.

Nelle scorse ore, il compagno di George Michael, Fadi Fawaz, ha condiviso un tenero tweet accompagnato dalle parole “My baby” con il link di una canzone (emersa a novembre) dal titolo “This kind of love”. Una (solita) fonte ben informata racconta:

“George era un talentuoso e brillante musicista, ma poteva essere ostinato e caparbio perché era un perfezionista. Quando ha ri-firmato con la Sony nel 2003, gli è stato praticamente dato libero sfogo – volevano che avesse assoluta libertà creativa. Era davvero appassionato: aveva il suo studio di registrazione, in modo da poter lavorare a casa e registrare ogni singolo giorno. Ma un sacco di musica alla quale lavorato non è mai stata rilasciata, perché non era mai felice con i risultati finali”

Nel lontano 1990, George aveva iniziato a lavorare con un album che doveva intitolarsi “Trojan Souls”. All’interno del disco dovevano essere presenti collaborazioni con Stevie Wonder, Sade, Seal, Bryan Ferry e Janet Jackson.

Il brano “This Kind Of Love”, invece, era stato prodotto insieme ad Elton John ma la versione finale non lo aveva convinto totalmente.

Il secondo atto di “Living Without Prejudice” doveva essere un disco dance ma anche quello è stato scartato in fase di produzione, durante una sua disputa con la Sony.

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →