Coldplay, biglietti scomparsi: parlano i responsabili TicketOne e Viagogo (video)

Che fine hanno fatto i biglietti dei Coldplay? TicketOne e Viagogo spiegano la situazione.

[raw content=”

“]

Che fine hanno fatto i biglietti dei Coldplay? Com’è possibile che così tanti biglietti, tanti da riempire lo Stadio San Siro per due sere consecutive, siano finiti in una manciata di secondi? Nicolò de DeVitiis, promettente inviato de Le Iene, è andato fino in Francia ad indagare. E ha raggiunto la sede di Viagogo, sito dove è possibile trovare numerosi biglietti di concerti, eventi, partite sportive a prezzi esorbitanti.

“Noi siamo un marketplace quindi non vendiamo biglietti. Noi forniamo un sito sul quale altre persone possano vendere i loro biglietti. Tu, lui io: chiunque può farlo. Tu compri attraverso Viagogo, come compri attraverso eBay”, racconta un dipendente. Lì, a differenza di eBay, non si hanno contatti con l’altro interlocutore: “Dobbiamo avere delle sicurezze anche per noi stessi, tu potresti metterti d’accordo direttamente col venditore…”.

La situazione viene spiegata meglio da Stefano Lionetti, ad Ticketone, il sito incaricato per la vendita dei biglietti: “Esistono situazioni in cui la domanda di biglietti da parte dei fans è di gran lunga superiore all’offerta. Non c’è il doppio di persone che chiedono i biglietti, ma ce n’è più di cinque volte rispetto ai biglietti disponibili. Decine di migliaia di biglietti son stati venduti in mezz’ora agli utenti che li hanno acquistati”.

Perché, poi, molti biglietti si trovano sui siti di bagarinaggio online: “Tenete conto che buona parte di quelli che mettono i biglietti sui siti di bagarinaggio, sono i fan”. Due se li tengono, due se li rivendono su questi siti (che si tengono il 10%): “Su Viagogo li trovi anche prima che vengano venduti i biglietti. In molti casi questi tipi di vendite sono delle semplice speranze o delle opzioni perché non necessariamente dietro la vendita c’è già il biglietto. Ad esempio: nel calcio ci sono biglietti per partite per le quali sicuramente non sono stati ancora venduti i biglietti. Per cui, le persone se li procurano dopo e poi li vendono”. Non si può parlare di truffa, però: “Il venditore su Viagogo viene pagato solo nel momento in cui ha veramente ceduto il biglietto.

E sulla presenza di robot o applicazioni che comprano tutti i biglietti, Lionetti chiosa: “I biglietti che vengono distribuiti possono essere solo acquistati tramite spedizione a casa, per cui esiste anche un indirizzo di spedizione che può essere controllato, o ritiro sul luogo dell’evento con altrettanti controlli”.

I Video di Soundsblog