Erica Mou, L’edera: testo e video ufficiale

L’edera, Eric Mou reinterpreta il brano di Nilla Pizzi. Guarda il video su Blogo.it

L’edera è il titolo del nuovo singolo di Erica Mou.

Mia nonna canta sempre, ed è proprio grazie a lei se ho conosciuto molte canzoni italiane del passato, come “L’Edera”, un brano bellissimo di Nilla Pizzi del 1958, che da un po’ di anni adoro suonare dal vivo: una cover che attraverso Nonna Lina arriva sino a me

A partire da oggi, 7 ottobre 2016, esce in tutti i digital store e nelle radio, la cover de “L’Edera”, per Godzillamarket e distribuita da Artist First. La canzone originale, presentata da Nilla Pizzi al Festival di Sanremo nel 1958, giunse appena dopo “Nel blu dipinto di blu”, che sarebbe diventato presto il successo mondiale di Domenico Modugno. “L’Edera” è una preziosa dichiarazione d’amore d’altri tempi: è una promessa di legame incondizionato; una rara affermazione di impegno a dedicarsi all’Altro, ad essere “avvinta come l’edera”.

Cliccando sulla foto in apertura post potete vedere anche il video ufficiale con gli adolescenti del Dynamo Camp, un luogo speciale che dà sollievo a bambini con malattie gravi, ospitati per una vacanza gratuita basata su programmi di Terapia Ricreativa. “L’Edera” per Erica Mou racconta sì un amore giovane, nuovo, ma evoca anche il coraggio di crescere, il diritto di amare e capire l’amore, di arrampicarsi, di legarsi e di lasciarsi andare.

[lyrics content=”

Chissà se m’ami oppure no
chi lo può dire?
Chissà se un giorno anch’io potrò
l’amor capire?
Ma quando tu mi vuoi sfiorar
con le tue mani
avvinta come l’edere
mi sento a te.
Chissà se m’ami oppure no
ma tua sarò.
Son qui tra le tue braccia ancor
avvinta come l’edera
son qui respiro il tuo respiro
son l’edera legata al tuo cuor
sono folle di te e questa gioventù
in un supremo anelito
voglio offrirti con l’anima
senza nulla mai chiedere.
Così mi sentirai così
avvinta come l’edera
perché in ogni mio respiro
tu senta palpitare il mio cuor
finché luce d’amor
sul mondo splenderà
finché m’è dato vivere
a te mi legherò
a te consacrerò la vita.

Se il vento scuote e fa tremar
le siepi in fiore
poi torna lieve a carezzar
con tanto amore
e tu che spesso fai soffrir
tormenti e pene
sussurrami baciandomi
che m’ami ancor.
Lo so che forse piangerò
ma t’amerò.

Son qui tra le tue braccia ancor
avvinta come l’edera
son qui respiro il tuo respiro
son l’edera legata al tuo cuor
sono folle di te e questa gioventù
in un supremo anelito
voglio offrirti con l’anima
senza nulla mai chiedere.
Così mi sentirai così
avvinta come l’edera
perché in ogni mio respiro
tu senta palpitare il mio cuor
finché luce d’amor
sul mondo splenderà
finché m’è dato vivere
a te mi legherò
a te consacrerò la vita.
Son l’edera per te
son l’edera legata a te



” id=”355439″]

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →