Slayer, Carcass e Behemoth a Milano: foto-report dal concerto al Market Sound, 4 Luglio 2016

Due band han messo su un bello spettacolo, una ci ha messo il cuore. Ecco com'è andata al Market Sound...

slayer_milano_market_sound_concerto_2016.jpg
E' stato sicuramente uno degli eventi imperdibili dell'Estate metal italiana: Behemoth, Carcass e Slayer tutti insieme, uno dopo l'altro senza altre band a fare da riempitivo. I tre gruppi non sono in tour insieme, ma sono stati radunati per questa tappa milanese, probabilmente in un tentativo di riportare in un concerto metal il primato di "bestemmie sentite durante un concerto", primato detenuto da Sabato scorso dai Gogol Bordello a Parabiago, quando durante il concerto era trasmessa su un altro schermo la partita Italia-Germania, con conseguenti sollecitazioni divine durante i calci di rigore.

I Behemoth mettono subito le cose in chiaro, con un porcone come intercalare fra il primo e secondo pezzo (ed in un tocco di classe, inserito anche come commento alle foto ufficiali della band a Milano), la gente apprezza e si carica, nonostante il sole sia ancora alto in cielo. Lo spettacolo messo in piedi da Nergal e soci è ammirevole, ed il frontman sembra molto impegnato anche nelle sezioni "ritualistiche" fra un brano e l'altro: tiene in alto delle aste infuocate, si inginocchia ripetendo una preghiera a Baphomet, e via così. Anche il makeup della band cambia man mano che il concerto procede, con sempre più sangue sul volto ed infine con maschere sataniche rituali. Accanto a questo, un set potente che soddisfa tutti gli appassionati. E ancora qualche bestemmia.

Amici, fratelli del metal, viviamo in un mondo metallicamente meraviglioso, se praticamente una volta all'anno ci è concesso di vedere una esibizione dei Carcass (di recente, son passati a Novembre 2013 con gli Amon Amarth e nell'Agosto 2015 al Fosch Fest). Cioè, a inizio 2000 avreste mai pensato di poterli rivedere dal vivo? Nel 2005? E invece nel 2007 son tornati "per un piccolo tour", e adesso continuano a macinare date su date, mettendo il cuore in quel che fanno, divertendosi e facendo divertire. E' veramente un piacere vedere quanto Bill Steer e Jeff Walker facciano volare i lunghi capelli da una parte all'altra della testa, quanto si impegnino a far sembrare che non siano passati quasi trent'anni dal primo disco.

Peccato che i volumi fossero piuttosto bassi, peccato che gli unici a fare crowd-surfing fossero anagraficamente "fan della prima ora", e che il pogo non sia praticamente mai partito. I Carcass ci hanno messo il cuore, come sempre, ma in pochi hanno risposto alla loro richiesta di urlare forte quanto stiano marcendo in un mondo libero.
Questa la loro scaletta:

Unfit for Human Consumption
Buried Dreams
Incarnated Solvent Abuse
Cadaver Pouch Conveyor System
The Granulating Dark Satanic Mills
Captive Bolt Pistol
Corporal Jigsore Quandary
Keep On Rotting in the Free World
Heartwork

Ora, parliamo degli Slayer. Quando si dice che "dal vivo sono macchine da guerra", si centra perfettamente il punto. Spaccano tutto, hanno un tiro bestiale e suonano quasi tutte le canzoni migliori dal loro repertorio. Però sono, ecco, macchine. Son lì, shreddano alla grande, picchiano su basso e batteria, urlano il giusto... è un vero spettacolo, anche grazie alla mastodontica scenografia che ci scaraventa direttamente all'inferno, e non c'è nessuno a cui spiaccia massacrarsi (e massacrare il prossimo) con Angel Of Death, però sempre macchine sembrano essere. Non c'è passione, non c'è rabbia... si spera ci sia la voglia di suonare, anche se lo si fa come macchine guidate dal pilota automatico. Comunque son macchine da guerra che funzionano, e la prossima volta saremo ancora lì a vederli, pronti ad una War Ensemble.

Questa la loro scaletta - eseguita, sì, alla perfezione:

Repentless
Disciple
God Send Death
Mandatory Suicide
Fight Till Death
War Ensemble
When the Stillness Comes
You Against You
Postmortem
Hate Worldwide
Dead Skin Mask
The Antichrist
Pride in Prejudice
Take Control
Seasons in the Abyss
-----
South of Heaven
Raining Blood
Black Magic
Angel of Death

  • shares
  • Mail