Sixx:A.M. di nuovo contro YouTube: "Non state facendo niente"

Dopo una prima risposta veloce da parte di YouTube, non è cambiato niente nella gestione dei diritti d'autore

sixxam-2-credit-dustin-jack-1200x902.jpg
Lo scorso Aprile avevamo riportato di come i Sixx:A.M. avessero hanno a cuore i diritti dei Musicisti, ma da quel momento non è poi cambiato nulla. Ecco allora che James Michael, Dj Ashba e Nikki Sixx hanno risposto alle dichiarazioni di YouTube:

“Siamo felici che YouTube stia ascoltando, ma le azioni parlano più forte delle parole. Dopo una serie innumerevole di e-mail non lette e senza risposta, YouTube ci ha chiesto di calmare le acque alludendo a un imminente incontro per sistemare la situazione. Tutto ciò non sta accadendo quindi è giunto il momento di protestare e fare sentire la voce degli artisti in ogni angolo del Globo, in modo da poter arrivare al diretto interessato il chief business di YouTube Robert Kyncl, sperando di arrivare presto a una sua risposta in merito. Ma questa lettera è indirizzata anche al CEO di Google Larry Page, responsabile nei confronti degli azionisti e del Consiglio di Alphabet. Dov'è la sua risposta?"

La campagna lanciata dalla band prende il nome di “Don’t Be Evil, Do The Right Thing” un motto caro a Google (proprietaria di YouTube), che in questo caso è utilizzato verso YouTube per arrivare a ottenere le giuste condizioni in fatto di diritti d'autore e royalties.
Il fulcro della questione sono i problemi che i musicisti - tra i quali Debbie Harry e Nelly Furtado - hanno con YouTube e la sua politica decisamente decisamente insolita di gestire la questione dei diritti di autore.

  • shares
  • Mail