77 Million Paintings e The Ship: la magia di Brian Eno a Mantova

Brian Eno colora Palazzo Te, Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 ospita le installazioni del celebre artista inglese.

ph. Gian Maria Pontiroli

Il 25 giugno Brian Eno è arrivato a Mantova per l'inaugurazione di 77 Million Paintings for Palazzo Te, l’inedito progetto di visual art ideato appositamente per la facciata rinascimentale del museo, e l'installazione sonora The Ship.

Brian Eno ha incontrato la stampa dopo averci fatto vivere l'esperienza sonora di The Ship. Una stanza buia appositamente allestita con punti luce colorati e sorgenti audio: camminando tra le colonne delle Fruttiere di Palazzo Te gli autoparlanti diventano voce, richiami, sussurri. The Ship è una favola d'ambiente, così come l'Odissea aveva le sue sirene, l'incanto può essere racchiuso in una stanza. La sonorizzazione si chiude aprendo le porte della catarsi con la cover di I'm Set Free dei Velvet Underground, brano presente anche nell'ultimo album di Eno. Ed eccoci di nuovo "liberi di trovare una nuova illusione".

 

“Ho avuto l'idea di fare una canzone in 3 dimensioni - una canzone in cui vi fosse la possibilità di camminare dentro, una canzone che potesse trasformarsi in una sorta di scultura. Si tratta di alcuni altoparlanti, per mezzo dei quali possiamo fruire delle nostre esperienze musicali e che consideriamo normalmente oggetti neutri. Ma ogni altoparlante è un tipo di voce e in questa installazione ho messo insieme una vasta gamma di altoparlanti, quelli più grandi, più piccoli, quelli buoni, o cattivi, o quelli rotti, e cucito le diverse parti della musica per le loro particolari caratteristiche.”

brianeno-theship-e1467047687522.jpg

Dopo l'esperienza di The Ship, Brian Eno arriva in conferenza stampa geniale come sempre, nascosto dal suo humor inglese. Racconta come una versione della sonorizzazione sia stata precedentemente creata nel suo studio di Londra, 250 persone hanno potuto vivere quell'esperienza e scrivere su un libro pareri e commenti a riguardo. Ci anticipa che quello che vedremo in 77 Million Paintings è qualcosa che nessuno ha mai visto prima e che nessuno potrà mai rivedere, un'esperienza unica fatta di combinazioni di frame che non si ripetono mai uguali, una continua sorpresa anche per l'artista stesso.

Sia in conferenza stampa che durante il conferimento dell'Arlecchino d'Oro, Brian Eno ha dimostrato il suo dispiacere per il risultato del referedum sul Brexit:

"Quando sono arrivato qui ero un europeo, ora sono solo un inglese. Ormai l'Inghilterra non può tornare indietro, ma posso darvi un consiglio: non fate lo stesso errore che abbiamo fatto noi".

Poi ecco arrivare i colori e il tempo resta sospeso. 77 Million Paintings compare per la prima volta sulla facciata di Palazzo Te, ed ecco che Rinascimento e contemporaneità si mescolano. La musica racchiude la magia di ogni attimo mentre l'imprevedibilità prende forma davanti agli occhi del pubblico, seduto ammutolito sul prato della villa mantovana.

ph. Daniele Pontiroli

La visual art di 77 Million Paintings for Palazzo Te resterà a Palazzo fino al 7 luglio, dalle 21e30 alle 24. La sonorizzazione di The Ship rimarrà invece qualche giorno in più, fino al 17 luglio; lo spazio sonorizzato sarà fruibile anche durante l’orario di apertura diurna (9 - 19.30) con accesso contingentato (max 30 persone ogni mezz’ora).

Per accedere all'installazione è possibile acquistare i biglietti in prevendita sul circuito Vivaticket oppure ogni sera direttamente presso la biglietteria del Museo, aperta fino alle 22.30.

Prezzi:
Intero 12,00 euro
Ridotto 8,00 euro
Ridotto speciale 4,00 euro

Con lo stesso biglietto è possibile visitare, oltre alle sale di Palazzo Te, aperte eccezionalmente fino alle ore 20.30, anche la mostra Un Sogno fatto a Mantova, l'installazione sonora The Ship (aperta fino alle ore 24.00) e il Museo della Città - Palazzo San Sebastiano, nei relativi orari.

 

Photo Credits: 1. Gian Maria Pontiroli | 3. Daniele Pontiroli

  • shares
  • Mail