Renato Zero, Rivoluzione: testo e audio

Rivoluzione è il nuovo singolo di Renato Zero: testo e audio.

renato-zero-rivoluzione.png

In rotazione radiofonica da venerdì 27 maggio, Rivoluzione è il secondo brano estratto da Alt, l'ultimo album - certificato disco d'oro in tre settimane - di Renato Zero. La canzone, scritta dallo stesso cantante con Phil Palmer e Valentina Parisse, è pregna di significati e messaggi. "C’è una guerra giusta e devi farla tu", canta il cantautore romano.

"Sempre più identico a tutti è il mondo. Ma per chi da sempre coltiva il valore profondo della differenza questo è inaccettabile. La corsa diabolica della tecnologia è responsabile di una società controllata, che ci dice non solamente come vestirci, cosa mangiare o cosa leggere, ma anche cosa amare, di cosa ammalarci, per cosa piangere. La rete ci illude, restituendoci virtualmente il coraggio e la curiosità che avevamo perso, e permettendoci di offrire agli altri l’immagine di noi che desideriamo. Dobbiamo recuperare un coraggio vero, quello che all’orecchio di certi soloni suona anacronistico e retorico. “Rivoluzione” allora, per sconvolgere l’abitudine, combattere la normalizzazione, tornare in strada con gli altri, riappropriandoci del nostro corpo, del nostro cervello e della nostra anima, rimasti troppo tempo dietro il reticolato della norma. Un’utopia? Chi può dirlo? Forse non impareremo mai a volare, ma è fondamentale continuare a guardare il cielo".

Renato Zero, Rivoluzione, Lyrics




Protesterai
ogni tregua è finita oramai
dalla sabbia la testa alzerai
dritto al cuore colpirai.
Libererai
quello che soffocavi in te
la tua voce è più forte se vuoi
del silenzio e l’omertà
C’è una guerra giusta e devi farla tu
è la tua risposta a chi non chiede più
Rivoluzione è il grido che solleverai
e devi metterci la faccia finché puoi
perché ho pagato il conto ai tuoi caffè
su la testa adesso
tocca te
Ti accorgerai
che il nemico è nascosto tra noi
che il futuro non viene da sé
e ogni brivido ha un suo perché
E sentirai
che resistere è pura follia
ci sarà poi chi ride di te
ma è soltanto paura la sua


Perché niente al mondo viene come vuoi
Perché tutto al mondo ha un prezzo d’ora in poi
Rivoluzione è la promessa che mi fai
di calci e sputi non avere mai paura
Non posso andare sempre avanti io
ho già dato e adesso
tocca te
Politica assente famiglia vacante
quaggiù si congeda anche Dio
Se la corda si spezza s’incendia la piazza
E ritorno a lottare con te!
Rivoluzione è il grido che solleverai
e devi metterci la faccia finché puoi
perché ho pagato il conto ai tuoi caffè
fuori il cuore adesso
tocca te
Rivoluzione è il grido che solleverai
e devi metterci la faccia finché puoi
perché ho pagato il conto ai tuoi caffè
fuori il cuore adesso
tocca te
Rivoluzione!
Rivoluzione.

  • shares
  • Mail