Bob Dylan compie 75 anni: 16 curiosità sul cantautore che forse non sapevate

Bob Dylan festeggia 75 anni il 24 maggio 2016. Ecco alcune notizie e curiosità sul cantante che forse non sapevate...

Bob Dylan compie 75 anni. Nato il 24 maggio 1941, Robert Allen Zimmerman -questo il suo vero nome all'anagrafe- è uno dei cantautori simbolo degli ultimi decenni, in grado di trasformare e sperimentare il suo sound tra diversi generi e stili, strizzando l'occhio al blues, country e rock. Musicalmente è attivo fin dagli anni Sessanta: il suo primo disco è l'omonimo "Bob Dylan" ed è stato pubblicato il 19 marzo 1962. Nel corso della sua carriera ha ottenuto numerosi riconoscimenti, a partire dai Grammy Awards (The Concert for Bangladesh premiato come album dell'anno fino a Modern Times, miglior album folk contemporaneo nel 2006) fino al Premio Oscar ottenuto grazie alla miglior canzone originale: Things Have Changed, dal film Wonder Boys (per questo pezzo conquistò anche il Golden Globe). Inoltre, nel 2012, è stato insignito della Medaglia presidenziale della libertà per iniziativa del Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Tra le canzoni simbolo, non possiamo non citare Don't Think Twice It's All Right, Knockin' on Heaven's Door, Forever Young, Like a Rolling Stone e Mr. Tambourine Man.

Per festeggiare i 75 anni di Bob Dylan, abbiamo scelto di riportarvi alcune curiosità su di lui, che forse non sapevate.

01. Prima di soprannominarsi Bob Dylan, si faceva chiamare, per un breve tempo, Elston Gunn.

02. Suo padre Abe era un giocatore di baseball semi-professionista prima di contrarre la poliomielite quando aveva poco più di vent'anni.

03. La prima registrazione ufficiale di Bob Dylan come musicista avvenne nel ruolo di suonatore d'armonica per Harry Belafonte.

04. Dopo aver visto Gioventù bruciata, Dylan è diventato ossessionato da James Dean. Per lui era semplice rimanere aggiornato sulle ultime novità nelle sale: il suo bisnonno e gli zii erano proprietari delle più grandi sale cinematografiche a Hibbing, Minnesota, e così il giovane Dylan poteva guardare i film gratis.

05. Quando si è trovato a firmare per la Columbia Records, è riuscito ad essere lui stesso a porre la firma e siglare il contratto nonostante dovessero essere i suoi genitori a doverlo fare (a 20 anni, ai tempi, si era considerati minorenni). Come c'è riuscito? Semplice, convincendo John Hammond di essere un orfano.

06. Nel 1973 è apparso nel film Sam Peckinpah Pat Garrett & Billy the Kid come un vagabondo di nome Alias.

07. Non solo autore e musicista, è anche una abile pittore. La copertina di Self Portrait del 1970 è una sua creazione.

08. Planet Waves, album del 1974, inizialmente sarebbe dovuto intitolarsi Ceremonies of the Horsemen.

LOS ANGELES, CA - FEBRUARY 06:  Honoree Bob Dylan speaks onstage at the 25th anniversary MusiCares 2015 Person Of The Year Gala honoring Bob Dylan at the Los Angeles Convention Center on February 6, 2015 in Los Angeles, California. The annual benefit raises critical funds for MusiCares' Emergency Financial Assistance and Addiction Recovery programs.  (Photo by Frazer Harrison/Getty Images)

09. Shepard e Dylan hanno scritto insieme una canzone, "Brownsville Girl", basato sul film di Gregory Peck, Romantico avventuriero. Dura oltre dodici minuti ed è stata suonata solamente una volta, dal vivo, in concerto.

10. Dopo la morte di Elvis, Dylan non ha parlato con nessuno per una settimana.

11. Si è esibito in tour con i Grateful Dead per sei concerti nel 1987.

12. Quando Dylan si doveva esibire per Papa Giovanni Paolo II nel 1997, il cardinale Joseph Ratzinger (diventato poi Papa Benedetto), ha cercato di fermare Dylan dal suonare per lui.

13. Nel 1999, Dylan è apparso in un episodio di Dharma & Greg.

14. Il fratello minore di Dylan, David Zimmerman, è un produttore discografico.

15. Dylan ha nove nipoti e, con orgoglio, ha un adesivo sulla sua auto che recita "Il migliore nonno del mondo."

16. Nel mese di febbraio 2010, Dylan ha sfidato una bufera di neve solo per esibirsi in un concerto per i diritti civili alla Casa Bianca.

Via | FlavorWire

  • shares
  • Mail