Christina Aguilera prende le difese di una ragazzina sbeffeggiata per aver cantato male l'inno americano

Oggi vi raccontiamo una bella storia che merita la pena di essere ascoltata. E non perchè la protagonista della vicenda si chiama Christina Aguilera.

Partiamo dall'inizio. Harper Gruzins è una ragazzina di 11 anni che ha avuto un compito davvero molto difficile e che avrebbe reso nervoso chiunque: cantare l'inno americano davanti a migliaia di persone, in occasione di un importante torneo di calcio. In apertura post potete vedere il video che mostra una performance decisamente non delle migliori. Ma, ripeto, ricordiamo che chi canta ha undici anni e che si trova davanti a una folla numerosissima. Vogliamo mettere la tensione del momento?

Ma la telecamera ha indugiato, senza troppi indugi, sulle espressioni tra il divertito e l'indignato dei presenti. Amiche che si guardano quasi in stato di shock ed espressioni di disgusto. Davvero crudele come comportamento, per chi sperava di stupire in quella grande occasione mentre, invece, si è trovata vittima di bullismo. Di cattiveria.

Cosa c'entra Christina Aguilera? Lei stessa è stata al centro di polemiche e critiche feroci per aver sbagliato l'inno americano ai Superbowl, ricordate? E chi più di lei può comprendere quello che deve aver provato la giovane? Con la differenza che parliamo di una donna e con una carriera musicale alle spalle. Xtina ha così deciso di intervenire e ha lasciato un messaggio per la ragazzina:

"Harper, hai avuto il coraggio di cantare di fronte a migliaia di persone e io ti applaudo. Alza la testa e riprovaci. Non ha niente di cui vergognarti"

Personalmente, anche la Aguilera si merita un applauso. Chiunque, lo avrebbe meritato con un sostegno pubblico di cui, sicuramente, Harper aveva bisogno più che mai

  • shares
  • Mail