Davide Borri, Zaino: il video girato in Abruzzo che non ha nulla da invidiare all’ambita Islanda

Zaino, il brano di Davide Borri è accompagnato da un video ufficiale con scenari meravigliosi.

Qui sopra, in apertura post, potete vedere una gallery con alcune immagini degli scenari più belli e suggestivi presenti nel video ufficiale di Zaino, canzone di Davide Borri, pubblicata pochi giorni fa. E’ un rapper/cantautore nato in provincia di Roma e, insieme alla sua passione per la musica, si associa quella per la radio (collabora da anni in Stanza Selvaggia con Fabio De Vivo e Selvaggia Lucarelli su m2oRadio). Proprio nelle scorse ore è uscita la clip del suo brano, girato sui monti abruzzesi e capace, ancora una volta in più, di sottolineare le bellezze e i panorami del nostro Paese. Sembra retorica ma non lo è.

Se numerosi artisti di fama internazionale -da Justin Bieber al nostro Marco Mengoni- hanno scelto l’Islanda come luogo in cui ambientare alcune clip, Davide ha deciso di tentare la carta della natura abruzzese con un risultato che sicuramente non ha da invidiare ad altri posti e paesi lontani.

Guardate qui sotto il video ufficiale della canzone.

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino
Chiudere tutto
Tornare in città

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino

Parlare di te è difficile
Parlare con te è impossibile
Scavalcare ogni nostro tabù era facile
Ora questa distanza mi sembra incredibile
Per tornare a riprendere presto dovrei dire storie non essere onesto
Una volta ero bravo, adesso non ci riesco
Addosso che cazz0 di vita mi hai messo

Non mi riconosco, senza successo che vomito al cess0
Mi sveglio depresso, faccio un altro passo in mezzo a chi dice Non sei più lo stesso

Dopo i sogni l’inferno riprende
mi spacco la mente cercando sempre qualcosa che è inesistente
Mentre faccio finta che tu non c’entri niente

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino
Chiudere tutto
Tornare in città
Dirti che io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente

Ripercorro che cosa succede
Sempre tutto che parte per bene
Poi solista storia che si ripete
Dopo sei mesi mi sento in catene
Stare in solitudine è un’abitudine ormai per me
Ma non capisco perché ancora questa volta non mi tolgo dalla testa te

Abituato alle storie speciali
con casualità paradossali
Le cene, le feste, i fuochi artificiali
Mi hanno fottuto noi troppo normali
O forse spaventati da ieri
Quanta paura ad essere sinceri e sui nostri pensieri incendiari
Noi siamo arrivati come dei pompieri

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino
Chiudere tutto
Tornare in città
Dirti che io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino
Chiudere tutto
Tornare in città
Dirti che io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente

E mi spaventa tutto, sì
Cambiare casa e fare una famiglia
Dimenticare una vita balorda che ho bevuto attaccato dalla bottiglia
Sempre da solo alla goccia
Bruciare in fretta ogni meraviglia
Impaurito da ciò che potrei dare un giorno se potessi dare se da noi nascesse una figlia
Ma se adesso sono qui
Soni sicuro è qualcosa che cambia
Se cerco libertà in tutto quello che da sempre mi ha fatto sentire in gabbia
Lui che è in grado di tranquillizzare questo cane pieno di rabbia
Nel cuore che scoppia con te si dirada ma una nebbia a portarmi via sopra la spiaggia

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino
Chiudere tutto
Tornare in città
Dirti io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente

Sapessi dire la verità
Riempire lo zaino
Chiudere tutto
Tornare in città
Dirti che io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente

Dirti che io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente
Dirti io non ho capito niente ma sei solo tu la cosa che per me conta veramente
Ti voglio nel mio presente

srapi.setPkey(‘252b199f1f3067f890b493eb52294b48’); srapi.setSongId(751869); srapi.run();