Loredana Bertè, Amici non ne ho… ma amiche sì! Il graffiante ritorno in un disco dal sapore live [recensione]

Loredana Bertè, Amici non ne ho… ma amiche sì!, la recensione dell’album su Blogo.it

Partendo dal titolo di uno dei pezzi più celebri della sua carriera, Loredana Bertè ha confezionato un disco di duetti, Amici non ne ho… ma amiche sì! Un album che racchiude due pezzi inediti, E’ andata così (scritta da Luciano Ligabue) e Il mio funerale, brano di chiusura del disco. Tra le due canzoni, una serie di duetti che vede alcuni dei nomi più conosciuti collaborare insieme a Loredana in una serie di collaborazioni dal sapore celebrativo: Fiorella Mannoia, Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Patty Pravo, Bianca Atzei, Aida Cooper, Antonella Lo Coco, Elisa, Paola Turci, Noemi e Bianca Atzei.

Si passa dalle energiche di Non sono una signora (con Emma) e In alto mare (con la Mannoia) alle più intimiste e intense Sei Bellissima (con la Amoroso) e Mi Manchi (insieme a Patty Pravo). Il disco non vede semplicemente una serie di duetti ma vere e proprie reinterpretazioni del pezzo, anche a livello di sound.

Nell’ascoltare il disco, la voce di Loredana è graffiante, istintiva, sofferta o vitale, in base al registro del brano che sta eseguendo. La sensazione, per chi ascolta, è quella di una simil disco live, senza orpelli, senza alcun tentativo di rendere patinato o volutamente perfetta e impeccabile la voce di Loredana. Uno degli esempi più evidenti è il duetto con Alessandra Amorosa in Sei Bellissima. La Bertè esplode con la sua interpretazione, la sua voce è volutamente sofferta, si comprende il suo desiderio di trasmettere quello che sta cantando con il testo, senza preoccuparsi di una vocalità laccata.

Amici non ne ho… ma amiche sì! è l’atteso ritorno di una Loredana in forma, con la voglia di far (ri)conoscere anche alla nuova generazione alcuni dei più famosi e noti pezzi della sua carriera. A supportarla amiche e colleghe, pronte ad omaggiare una delle signore della musica italiana. Anche se sostiene di non esserlo (cit.).