Gianmaria Testa è morto

E’ scomparso Gianmaria Testa

E’ morto Gianmaria Testa, cantautore italiano che ha debuttato, nel 1995, con il suo primo album. La sua carriera musicale è iniziata ufficialmente dopo aver vinto il Festival musicale di Recanati nel 1993 e 1994. L’incontro con Nicole Courtois, produttrice francese, segna il suo esordio in Francia, con il suo primo disco, intitolato Montgolfières. E’ grazie a un concerto di grande successo all’Olympia che inizia la sua carriera anche in altri Paesi, tra cui proprio l’Italia che lo (ri)scopre. Seguono live in Francia, Portogallo e Canada.

L’ultimo disco risale al 2013, Men at Work.

L’anno scorso, il cantante aveva annunciato la sua malattia:

Mi seguono un’oncologa e un’omeopata. Ho cambiato dieta e bevo moltissima acqua. Non vado mai a guardare su internet, dove trovi tutto e il contrario di tutto, ti arrivano i consigli più inverosimili. Sui social il cervello viene usato poco. Moltissimo la pancia, e io sono stufo della pancia. Sono anni di pancia, questi qui. Nel frattempo cerco di lavorare. Scrivo per Paolo Rossi, scrivo per un giovane pittore di queste parti che si chiama Valerio Berruti e sta preparando un lavoro su Fenoglio, è una canzone sul mondo che non gira più, o gira malamente. Scopro che la musica mi ha portato dove non avrei mai nemmeno lontanamente immaginato, mi hanno mandato un farmaco da Cuba e così ho scoperto che mi conoscono anche lì. Al contrario di quello che si pensa, l’italiano aiuta

Queste le parole apparse, un’ora fa, sulla pagina Facebook ufficiale dell’artista:

Gianmaria se n’è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Gianmaria se n'è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico.

Pubblicato da Gianmaria Testa su Mercoledì 30 marzo 2016