Amarcord: quando Rob Halford fu il cantante dei Black Sabbath

Può un cantante famosissimo di un gruppo enorme sostituire il cantante famosissimo di un gruppo ancora più enorme? Successe per due notti nel 1992…

In questi giorni si parla tantissimo di Axl Rose come nuovo cantante degli AC/DC. E’ una storia virale, nata da un dj sconosciuto che ha fatto 2+2 su queste basi: gli AC/DC sono ad Atlanta per fare i provini per il sostituto di Brian Johnson; Axl Rose è ad Atlanta. Ovvio che Axl Rose sarà il nuovo cantante degli AC/DC, giusto? Lo scopriremo solo vivendo (o dopo l’1 Aprile, immagino).

Nel frattempo, raccontiamo però di un episodio che si perde nelle pieghe della Storia del metal, un episodio in cui il cantante famosissimo di un gruppo enorme andò a sostituire il cantante famosissimo di un gruppo ancora più enorme – insomma, come sarebbe richiesto ad Axl Rose con gli AC/DC…

La storia ha inizio nel 1992, quando Ozzy Osbourne, dopo aver pubblicato No More Tears, annunciò il suo ritiro dalle scene dopo un ultimo tour.
Il tour avrebbe dovuto chiudersi il 15 Novembre in California, e per questo suo ultimo concerto Ozzy decise di finire alla grande e chiudere un cerchio: chiese ai Black Sabbath (con Ronnie James Dio alla voce) di fare da band di supporto e poi di suonare due canzoni con lui alla fine dello show. Tony Iommi accettò, ma Dio non la prese per niente bene e si rifiutò di cantare con i Sabbath e poi restare in disparte mentre Ozzy faceva una reunion con la band.
Gli altri Sabbath volevano comunque andare avanti con il concerto (anzi, due concerti: il 14 e 15 Novembre a Costa Mesa), e quindi chiamarono Rob Halford come cantante per una notte. Il cantante dei Judas Priest (per la precisione, però , aveva lasciato i Judas pochi mesi prima) sostituì degnamente Dio, tenendo anche conto che si dovette studiare i testi di tutte le canzoni nel tempo del viaggio in aereo fra Inghilterra e America.
La cosa funzionò talmente bene che nel 2004, durante una tappa dell’Ozzfest in cui Ozzy si ammalò e in cui i Judas Priest erano presenti, Rob riprese il ruolo di cantante della band…

All’epoca l’avvenimento fu quasi mitologico, se ne parlò sulle riviste cartacee quasi con riverenza, ma in tempi precedenti alla diffusione di internet di massa, di YouTube e di Napster, era impossibile sapere esattamente come fosse andata. Per fortuna OGGI YouTube è amico di tutti i ricercatori di chicche d’epoca, e quindi potete ascoltare qui di seguito la performance (ottima!) di Rob Halford con i Black Sabbath…
In apertura dell’articolo trovate l’intero concerto del 1992, qui di seguito qualche clip di buona qualità…

Ps: inutile dire che il ritiro dalle scene di Ozzy durò pochissimo, e a distanza di 14 anni Ozzy sta affrontando con i Black Sabbath l’ultimo tour della carriera (forse), mentre i Judas Priest vanno ancora forte, con Rob Halford tornato alla voce…