Eurofestival 2008: vince il russo Dima Bilan con Believe

Preparate i bagagli, si va in Russia. Il circasso Dima Bilan con il brano “Believe” ha vinto l’edizione 2008 dell’Eurofestival (Eurovision Song Contest). Una vittoria preannunciata dai bookmakers e fortemente programmata dalla tv russa, che centra il successo al terzo tentativo e due podi consecutivi, dopo essersi rosa il fegato per aver visto vincere, quattro

Preparate i bagagli, si va in Russia. Il circasso Dima Bilan con il brano “Believe” ha vinto l’edizione 2008 dell’Eurofestival (Eurovision Song Contest). Una vittoria preannunciata dai bookmakers e fortemente programmata dalla tv russa, che centra il successo al terzo tentativo e due podi consecutivi, dopo essersi rosa il fegato per aver visto vincere, quattro anni fa i rivali ucraini. Quarta l’Armenia, quinta la Norvegia.

Secondo posto proprio per l’Ucraina, come l’anno scorso, con il brano dance “Shady Lady” di Any Lorak. Terza classificata Kalomira per la Grecia con la sua “Secret combination”. Grande sconfitta la scandinavia, che come previsto anche da Eurovision.tv ha pagato la presenza di tutte e cinque le sorelle del Nord in finale, finendo per penalizzare il pezzo da novanta Charlotte Perrelli (Svezia). Infatti la Svezia è finita solo diciottesima (come l’anno scorso e sarebbe anche uscita dalla finale se non l’avessero salvata le giurie).

Il Chiki Chiki spagnolo ha fatto ballare ma non abbastanza: sedicesimo posto per Rodolfo Chikilicuatre. Sebastien Tellier, troppo sofisticato per il pubblico pop, chiude anche lui diciottesimo. Bocciate (come a Sanremo) tutte le canzoni di qualità: Georgia (11.), Portogallo (13.), Albania (17.), la canzone in lingua italiana dei romeni (20.) Polonia (24.). Crisi nera nel Regno Unito, ultimo per il secondo anno consecutivo. Bene il sardo Roberto Meloni con i suoi Pirates of the sea: l’orribile canzone lettone chiude all’undicesimo posto.


L’Eurofestival è anche una manifestazione dove conta la fortuna. Si vota soltanto alla fine dell’ultima esibizione e dunque chi canta per ultimo è avvantaggiato. La Russia si è esibita per penultima e nei primi otto posti ci sono gli ultimi sei paesi ad aver cantato. Tedeschi ed inglesi (ultimi a pari merito) hanno cantato rispettivamente per quarti e per secondi. Appuntamento l’anno prossimo probabilmente al Palaghiaccio di Mosca oppure a San Pietroburgo. Intanto, da domani parte il tour dei vincitori organizzato dall’Eurovisione. Per chi volesse scoprirli, basta andare martedì 3 giugno a San Marino. Padroni di casa, i Miodio.

Di seguito, ecco la classifica completa ufficiale.

1. Dima Bilan – Believe (Russia) 272 punti
2. Any Lorak – Shady Lady (Ucraina) 230
3. Kalomira – Secret combination (Grecia) 218
4. Sirusho – Qele qele (Armenia) 199
5. Marie Haukas Storeng – Hold on be strong (Norvegia) 182
6. Jelena Tomasevic – Oro (Serbia) 160
7. Mor ve otesi- Deli (Turchia) 138
8. Elnur e Samir- Day by day (Azerbaijan) 132
9. Boaz Mauda- The fore in your eyes (Israele) 124
10. Laka- Pokusaj (Bosnia Erzegovina) 110
11. Diana Gurtskaya- Peace will comes (Georgia) 83
11. Pirates of the sea – Wolves of the sea(Lettonia) 83
13. Vania Fernandes – Senhora do mar (Portogallo) 69
14. Euroband- This is the life (Islanda) 64
15. Simon Mathews – All night long (Danimarca) 60
16. Rodolfo Chikilicuatre – Baila el Chiki Chki (Spagna) 55
16. Olta Boka – Zemren e lame peng (Albania) 55
18. Charlotte Perrelli- Hero (Svezia) 47
18. Sebastien Tellier -Divine (Francia) 47
20. Nico e Vlad Mirita – Pe o margine de lume (Romania) 45
21. Kraljevi Ulice ft 75 Cent- Romanca (Croazia) 44
22. Terasbetoni- Missa miehet ratsastaa ( Finlandia) 35
23. No angels – Disappear (Germania) 14
23.Isis Gee – For life (Polonia) 14
23. Andy Abraham – Even If (Gran Bretagna) 14

I Video di Soundsblog