Super Les Claypool

Un Les Claypool in stato di grazia sembra stia vivendo una seconda giovinezza dopo l’esperienza targata Primus, il power trio più geniale degli anni novanta. Freschissimo del suo nuovo album solista, Of Whales and Wo, il bass guitar-man si sta cimentando nella letteratura e nel cinema rispettivamente con il libro South of the Pumphouse e

Un Les Claypool in stato di grazia sembra stia vivendo una seconda giovinezza dopo l’esperienza targata Primus, il power trio più geniale degli anni novanta. Freschissimo del suo nuovo album solista, Of Whales and Wo, il bass guitar-man si sta cimentando nella letteratura e nel cinema rispettivamente con il libro South of the Pumphouse e il documentario musicale Electric Apricot: Quest for Festeroo. Del primo, destinato a diventare un piccolo cult, si possono trovare degli assaggi in rete; del film invece esiste già un sito. Prendendo spunto dai finti rockumentari degli anni ottanta – di cui fu capostipite This is spinal tap– vengono messe alla berlina le jam band attraverso una formazione inventata di sana pianta, gli Electric Apricot, a cui Les prende parte ribattezzandosi Lapland “Lapdog” Miclovik. Si dice che al progetto dovrebbe partecipare anche Bob Weir dei Grateful Dead. Attualmente l'”albicocca elettrica” è impegnata in un tour californiano le cui riprese fungeranno da materiale.
Sul fronte opposto alla finzione invece Claypool sta tramando una reunion degli Oysterhead, la creatura nata dall’incontro con Stewart Copeland dei Police e Trey Anastasio dei Phish. Il supertrio suonerà questo mese al Tennessee Boonaroo festival insieme ad artisti del calibro di Tom Petty, Radiohead e Sonic Youth. Un programma davvero appetitoso, da come si può leggere sul sito del festival. Beato chi ci sarà..

[ste]

I Video di Soundsblog