Sanremo 2016, Francesca Michielin: "La vittoria? Non è quello a cui punto"

Francesca Michielin a Sanremo 2016 con Nessun grado di separazione. La cantante si racconta alla vigilia del Festival.

Francesca Michielin fa il suo debutto da cantante in gara a Sanremo con il brano "Nessun grado di separazione", raccontato così al Corriere del Veneto:

"È il mio personale manifesto di libertà, un pezzo molto energico, fresco e solare: a vent’anni volevo che il mio brano fosse coerente con la mia età. È un brano ispirato dalla teoria dei sei gradi di separazione. Il testo ruota attorno all’elemento iconico della scatola e l’uscire da questa, ovvero uscire dalle proprie paure e insicurezze per aprirsi al mondo. È una canzone molto positiva"

francesca-michielin-sanremo-2016.png

La giovane cantante vincitrice di X Factor ammette di non avere mire di vittoria ma di essere interessata a viversi totalmente questa esperienza come crescita personale e artistica:

"Andare a vent’anni a Sanremo con obiettivo la vittoria sarebbe troppo ambizioso. Non è quello a cui punto. Vado a Sanremo perchè è fondamentale farmi conoscere, il mio obiettivo è raccontarmi. Spero sia una settimana piacevole di crescita, è è da quando sono piccola che sogno di essere su quel palco"

Infine, rivela i motivi che l'hanno portata a scegliere il brano "Il mio canto libero" di Lucio Battisti nella serata dedicata alle cover:

"Ho sempre amato tanto Battisti, la sua musica è stata rivoluzionaria nel panorama italiano. «Il mio canto libero» è modernissima e attuale. In più è un momento storico difficile: cantarla è un messaggio di speranza"

  • shares
  • Mail