Peter Gabriel lancia il Music Club: per giovani artisti ed appassionati.

Che fosse uno sperimentatore lo abbiamo sempre saputo. Come è rinomato il suo rapporto particolare con i fans, di cui Soundsblog ha parlato spesso.Adesso però Peter Gabriel lancia una idea rivoluzionaria sia per le giovani band che per gli amanti della musica in generale. Nasce infatti nei suoi Real World Studios a Bath, in Inghilterra,

Che fosse uno sperimentatore lo abbiamo sempre saputo. Come è rinomato il suo rapporto particolare con i fans, di cui Soundsblog ha parlato spesso.

Adesso però Peter Gabriel lancia una idea rivoluzionaria sia per le giovani band che per gli amanti della musica in generale. Nasce infatti nei suoi Real World Studios a Bath, in Inghilterra, il “Music club’” tecnologico che mette a disposizione dei suoi utenti, in esclusiva, un album al mese, scaricabile in formati di alta qualità che garantiscono lo stesso livello audio di un Cd.

Gli album saranno disponibili per il download solo per un mese e saranno a disposizione senza nessun Drm (Digital Rights Management – il sistema per proteggere e rendere tracciabili i file), per rendere possibile l’uso dei file in tutti i sistemi di riproduzione audio.


Accanto al Music Club, il sito di Bowers and Wilkins, partner del progetto, offre la community Society of Sound, che raccoglie i podcast di Martyn Ware (colonna della musica elettronica mondiale) e video interviste con i suoi ‘soci’, tra cui Peter Gabriel, il compositore James Newton Howard, la cantante e compositrice jazz Cassandra Wilson e Dave Stewart degli Eurythmics.

Due mesi dopo che le sessioni live sono state uploadate, il sito distribuisce agli artisti i diritti per gli album. Fornendo gratuitamente ore in studio per registrare e mixare i propri brani, e dando la possibilità di ricevere i diritti d’autore, Music Club si augura cosi’ di fornire un’opportunita’ a nuove band di registrare in maniera professionale, ma vuole anche dare ad artisti piu’ conosciuti la possibilita’ di sperimentare.

”Per gli artisti – dice Gabriel – il Music Club e’ una proposta da sogno, perche’ da’ loro la possibilita’ di divertirsi in studio, avere accesso a strutture di registrazione professionali, e permette di sperimentare senza essere legati a niente o a nessuno”.

Diventare membri del Music Club costa 23sterline e 95 (39.95 dollari) per sei mesi. Abbonarsi per un anno, significa quindi ricevere 12 album a meno di 3 sterline l’uno. Ogni download includera’ una copertina, per farsi a casa il proprio cd.