Tutto può succedere, serie Rai1: colonna sonora di Paolo Buonvino e Raphael Gualazzi (Video intervista Blogo)

Pinzipo è il titolo della canzone scritta da Raphael Gualazzi. La sigla della fiction è dei Negramaro. Tutte le musiche sono firmate dal maestro Buonvino

Tutto può succedere è la nuova serie di Rai1, in onda da domenica 27 dicembre in prima serata, per 13 appuntamenti complessivi (ogni serata due episodi da 50 minuti). A firmare le musiche della fiction (tratta dall'americana Parenthood) è Paolo Buonvino. A fianco della musica strumentale di commento, il maestro siciliano ha creato numerose canzoni e ha dato vita a diverse attività collaterali, che hanno arricchito il progetto musicale della serie. La sigla di apertura, il cui testo è di Giuliano Sangiorgi, ha visto l'interpretazione dei Negramaro (nella versione originale il tema musicale è Forever Young di Bob Dylan). All'interno delle puntate gioca un ruolo importante un altro brano originale dal titolo Pinzipo, interpretato da Raphael Gualazzi. Dalla casa discografica Sugar proviene anche Victor Kwality, cui Buonvino ha affidato le canzoni 19 words e The are people.

Blogo ha incontrato nei giorni scorsi Buonvino e Gualazzi. Il video integrale dell'intervista è disponibile in apertura di post.

Da segnalare che in Tutto può succedere sono presenti anche alcuni brani celebri interpretati da Caterina Caselli ed Elisa. E che Buonvino ha scelto 12 giovani artisti per esibirsi nel locale intorno al quale ruotano alcune vicende della serie, ossia il Major Tom. Nello specifico coloro che sono presenti come attori della fiction e che prestano la loro voce e i loro temi originali che spaziano tra il genere pop, la canzone d’autore e l’elettronica sono Titti Smeriglio, A Toys orchestra, Espana Circo Este, Thony, Andrea Di Donna, Lapingra, Roanoke, Stag, La Tarma, Ambra Scalvino + Giada (le attrici Matilda De Angelis e Valentina Romani).

Inoltre, lo stesso Buonvino ha guidato una importante iniziativa didattica, in collaborazione con GoodlLab Music: gli studenti dei Conservatori di Bologna, Ferrara e Latina hanno potuto partecipare ad una master class dedicata alla musica da film per poi cimentarsi nella creazione di una colonna sonora parallela a quella già in opera per la fiction. Alla conclusione del percorso didattico, alcune composizioni tra le più meritevoli sono state scelte dal compositore per essere inserite nella colonna sonora.

buonvino-gualazzi-foto.png

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: