Dear Jack su Alessio Bernabei: “È stato triste ammettere che non andavamo più d’accordo su niente”

I Dear Jack parlano della loro nuova era discografica e dell’arrivo di Leiner al posto di Alessio Bernabei nel gruppo. Ecco le loro parole su Vanity Fair.

I Dear Jack ricominciano dopo aver perso il loro leader, Alessio Bernabei. Il cantante ha abbandonato ufficialmente il gruppo e ha deciso di percorrere una carriera solista. Si sono lasciati -secondo quanto riportato e dichiarato- con la massima stima reciproca. E la band si è subito rimessa in gioco annunciando il nuovo frontman, Leiner. Alessandro,Francesco, Lorenzo e Riccardo si raccontano a Vanity Fair:

Le idee troppo diverse non ci consentivano più di andare avanti insieme. E non parliamo solo di divergenze musicali. Fin da quando siamo entrati ad Amici, eravamo consapevoli che Alessio sarebbe stato la nostra faccia e ci avrebbe rappresentati, ma l’obiettivo di ognuno era valorizzare la band. È stato triste ammettere che non andavamo più d’accordo su niente, dalle posizioni sul palco ai pezzi, alla conduzione delle interviste

Poi aggiungono:

“Non sappiamo se lui già da prima avesse intenzione di intraprendere un percorso personale: ma è un one man show, e artisticamente si valorizza meglio da solo. Noi quattro ci sentiamo fratelli. E siamo felici che ora anche Leiner faccia parte della nostra famiglia

Leiner Riflessi si è fatto notare partecipando a X Factor 8 nella squadra capitanata da Fedez e ha iniziato, poi, una carriera solista con un impegno anche importante già previsto, un duetto con Snoop Dogg. L’alchimia tra la band e la new entry sembra essere molto affiatata:

Il nome della band, è vero, lo aveva scelto Alessio, ma Dear Jack siamo tutti noi e siamo ancora insieme. E abbiamo solo trovato qualcuno che non è solo bravo a cantare e suonare, ma dà anche un valore aggiunto “umano” alla formazione. Appena l’abbiamo visto abbiamo capito subito che era la persona giusta

Leiner ricorda il preciso momento in cui ha avuto quella notizia inaspettata:

Io invece ricordo che ero casualmente a Milano quando ho ricevuto una chiamata: “Ti vogliono fra quindici minuti a Rtl per diventare il nuovo cantante dei Dear Jack”. Sono arrivato all’appuntamento con tre ore di ritardo, ma per fortuna mi hanno aspettato

Il 26 novembre 2015 sarà il “giorno 1” vero e proprio con un concerto all’Alcatraz di Milano:

Ci prendiamo un bel rischio, ma crediamo che il miglior modo per fare accettare Leiner e il nostro nuovo percorso sia suonare. E a prescindere da come andranno le vendite, sarà uno show diverso dai precedenti. Da quel palco siamo pronti a ricominciare: sappiamo che adesso per noi sarà dura, ma siamo carichi per continuare a tener vivo tutto ciò che siamo riusciti a creare»

Via | Vanity Fair

I Video di Blogo

Francesco Guccini e Mauro Pagani per l’album “Note di viaggio – Capitolo 2” (intervista)