Lorenzo Fragola: “Mi criticano per invidia. Fiero di piacere ai gay”

Lorenzo Fragola si toglie qualche sassolino dalle scarpe…

Lorenzo Fragola in un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica risponde ad alcune polemiche che lo hanno coinvolto negli ultimi tempi. Il cantante siciliano, che da qualche settimana ha rilasciato il suo primo album dopo la vittoria ad X factor 2014, intitolato 1995, racconta le difficoltà a cui deve far fronte per ‘colpa’ della sua giovane età (ha 20 anni):

Nella musica essere giovanissimi è scomodo. Significa dover sempre dimostrare qualcosa, doversi adeguare a standard che non sai quali sono né chi li ha stabiliti. Ti senti sbagliato perché quelli delle generazioni precedenti non ti considerano un professionista. Beh, io penso che da parte loro ci sia tanta invidia. Perché, quando avevano la mia età non sono riusciti a centrare gli obiettivi che io, e altri miei coetanei, abbiamo raggiunto. E allora tutti a giudicare il fatto che mi sono fatto i capelli biondi….

Michele Monina del Fatto Quotidiano qualche giorno ha stroncato un suo concerto a Milano parlando di “agonia” e di “musica da teen star senza futuro“:

Avevo previsto che non sarei piaciuto a tutti. Solo che non amo gli apprezzamenti se non hanno un senso, figuriamoci una stroncatura dove di giornalismo c’è poco, ma c’è la voglia dell’autore di farsi notare. Una cosa è criticare informando, una cosa è parlar male per farsi pubblicità. Tra l’altro quell’articolo è irriguardoso verso il pubblico e nei confronti degli omosessuali, vista l’ironia con cui l’autore dice essere l'”unico esemplare di maschio adulto eterosessuale nell’arco di due chilometri”. Sono fiero di piacere ai gay.

I Video di Blogo