Fiordaliso, Male: testo e video ufficiale del nuovo singolo contro la violenza domestica

Fiordaliso pubblica un nuovo singolo e lo accompagna con un video di sensibilizzazione. Guarda Male su Blogo, leggi il testo della canzone.

A dare il volto ai due protagonisti del video ufficiale di Male, nuovo singolo di Fiordaliso, sono Giulia Galiani e Guido Tabacco. La cantante ha scelto questa cover per anticipare il suo prossimo album, Frikando’, in uscita il 16 ottobre 2015.

La clip di Male, diretta da Paoloalberto Tonoli e Giovanni Iavarone, è un intenso messaggio contro la violenza domestica e nei confronti delle donne. La protagonista cerca in tutti i modi di impedire alla figlia di assistere ai soprusi che sta subendo da parte del marito. Un volto tumefatto, un livido sul corpo, una porta che si chiude davanti agli occhi della piccola, proprio per evitarle scene insopportabili. E un finale doloroso…

Fiordaliso, Male, Lyrics

Ricomparisti in casa mia, odor di gin e tabacco sudicio che inebria
il mio buon Dio andava via
mentre incrociava il tuo grugnito sulla porta

quel tuo bel viso che avevo amato
s’era allontanato un tempo dalla scena
la tua incertezza maschilista si rivaleva su di me
sulla mia vita

una domanda per favore: potresti far piano? guarda che ore sono
a voce bassa
mio amor per favor
non grido che il bambino dorme

fallo più piano per favore io sono stanca
e il cuore non sente ragioni a voce bassa mio amor per favore
sto zitta che il bambino dorme

mi stai bruciando come un cero e fanno male i tuoi pugni davvero
e non potrà la mia matita ridar colore per coprirmi la ferita

male male mal volere anche il sangue mi vuoi bere tu
tante tante tante sere solamente per te per tuo piacere

male male maledire ti dovrei ma non lo voglio fare
tanto tu non puoi capire ma non pensi però che puoi morire

vita triste quando ci sei il sole torna lassù quando tu vai via
e la ferita che nel cuore ho io me la tengo e mi fa paura un pò

una ferita che non è finta sai che me ne intendo
c’è in me il silenzio e per questo mi credi muta

come il tuo cervello che è di legno
una domanda per favore: puoi far più piano? guarda che ore sono

a voce bassa mio amor per favore
non grido che il bambino dorme

picchiami piano per favore
io sono stanca e il cuore non ha più pulsioni
a voce bassa mio amor
per favore sorridi… che il bambino vede!

mi sto bruciando come un cero e fanno male i tuoi pugni davvero
e non potrà mai la mia matita ridar colore per coprirmi la ferita

male male mal volere anche il sangue mi fai bere tu
tante tante tante sere solamente per il tuo piacere

male male da morire ti amerei ma non lo voglio fare
tanto tu non puoi capire e non pensi perciò che a maledire

mi stai bruciando come un cero
e fanno male i tuoi pugni davvero
e non potrà la mia matita trovar colore per coprirmi la ferita

male male malvolere anche il sangue mi vuoi bere no!
tante tante tante sere solamente per il tuo piacere
male male maledire ti dovrei ma non lo voglio fare
tanto tu non puoi capire ma non pensi però che puoi morire

male male male fai male fai e lo sai
male male male fai ma perché non te ne vai?

tu sei debole e fai male
non sei certo il migliore che possa incontrare
e ora io ne fumo un pacchetto
e darò fuoco al tuo cuore maledetto
perché ho male male e il male mio sei tu

male male male male si
male male più di sempre… male male da morire!

srapi.setPkey(‘252b199f1f3067f890b493eb52294b48’); srapi.setSongId(751869); srapi.run();

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →