Tiziano Ferro concerto a San Siro, lacrime e gioia: “L’amore non è un fatto privato di cui vergognarsi”

Successo per la prima tappa milanese di Tiziano Ferro a San Siro. Il pubblico emozionato per il grande trasporto e le parole del cantante.

Tiziano Ferro ha conquistato, ancora una volta, Milano e il suo pubblico, arrivato da numerose città italiane per poterlo ascoltare dal vivo durante il suo “Lo Stadio Tour”. Oltre al successo delle precedenti tappe, ieri sera San Siro si è colorata di emozione e colore, con una folla immensa di persone pronte ad applaudirlo dal vivo e cantare, insieme a lui, i suoi più grandi successi. Un concerto che ha visto Tiziano parlare più volte con i presenti e invitare tutti ad essere felici, inseguire l’amore e non vergognarsi mai di essere se stessi. Ed è chiaro nel ribadirlo più volte, giustamente:

L’amore non è un fatto privato di cui vergognarsi, bisogna essere felici e vi invito ad esserlo

Guardarsi intorno e trovare una folla infinita di fan in estasi è qualcosa che non può non emozionare. E lo fa:

Sono serate miracolose, io non posso credere che questo stia succedendo esattamente a me. E’ un privilegio assoluto

Il cantante di Latina trova anche il tempo per leggere una lettera di un fan che gli ha scritto e al quale rivolgersi personalmente, davanti a tutti:

Credo molto al caso, oggi stavo distraendomi leggendo delle lettere che mi sono arrivate dai fan. Non email, ma lettere. Ne ho letta uno di un uomo che citava una mia canzone, parlo d’amore e prendo in prestito le sue parole: ‘Ti auguro di non soffocare in inutili sensi di colpa, e di vuoto perché nessuno senza colpe ha pietre da scagliarti addosso…. Ti auguro di non nasconderti in un angolino e di non levare il disturbo, di auguro che l’amore sappia farsi prossimo per chiunque, perché non sia inutile il sorriso, quel sorriso che è esploso per volerti meno male come una mattina da vestire e da spogliare’…”

Tiziano è cambiato, è più sicuro di sé, ha il pieno controllo della sua vita, stringe le redini del suo successo e resta comunque il cantante che non dimentica se stesso, chi era, compresi quei ‘famosi’ chili in più che ha lasciato definitivamente alle sue spalle. E in un’intervista al Corriere spiega il suo nuovo stile:

Amo i rimedi alternativi, mi piace rispettare il corpo: solo così, se non sforzato ma stimolato nel modo giusto, il fisico può superare i suoi limiti. Quindi dormo molto, ho cambiato alimentazione, eliminato l’alcol, ripreso gli esercizi di respirazione, fatto jogging e seguito un corso di meditazioneAmo i rimedi alternativi, mi piace rispettare il corpo: solo così, se non sforzato ma stimolato nel modo giusto, il fisico può superare i suoi limiti. Quindi dormo molto, ho cambiato alimentazione, eliminato l’alcol, ripreso gli esercizi di respirazione, fatto jogging e seguito un corso di meditazione

Non solo grande potere ma anche quelle piccole insicurezze che fanno e faranno sempre parte del suo Dna. Come nel Dna di chiunque.

Chi, come me, è stato grasso può perdere chili, ma non cambiare del tutto la testa: mi porto dietro tante piccole forme mentali, come se fossi tuttora quel ragazzo sovrappeso. Ho anche insicurezze sul fronte della socialità: sono sempre stato “dis-integrato”, solitario, è l’aspetto di me che più collide con il mio lavoro perché non amo le folle inutili, le feste mondane. C’è chi non lo capisce, ma per me la musica è altro, un mondo parallelo

Infine, un’amare e condivisibile riflessione sulla condizione ancora troppo antica del nostro Paese:

È triste che nel 2015 ci si debba ancora nascondere per il semplice fatto che si ama, ma in Italia siamo nel Terzo mondo

Qui sotto alcuni scatti ricordo dei fan di Tiziano Ferro via social network:

Ultime notizie su Tiziano Ferro

Tutto su Tiziano Ferro →