Negrita: 1989 è il nuovo singolo (Testo e Video)

Il secondo singolo estratto dall’album 9.

Da oggi, lunedì 15 giugno 2015, è in rotazione radiofonica e disponibile per il download digitale, il nuovo singolo dei Negrita che si intitola 1989.

1989 è il secondo singolo estratto da 9, ultimo lavoro di inediti della band aretina, che ha esordito alla posizione numero 1 della classifica Fimi degli album più venduti e che è stato certificato Disco D’Oro.

Paolo “Pau” Bruni ha dichiarato che 1989 è stato un brano che la band ha tenuto nel cassetto per molto tempo:

Questo brano è rimasto in un cassetto per una decina d’anni. Per fortuna Cesare (il chitarrista Cesare “Mac” Petricich, ndr) ed io siamo due buoni archivisti, così ogni tanto ritroviamo cose che sarebbe stato un peccato perdere.

Di 1989, è disponibile anche il video ufficiale, diretto dal collettivo londinese The Secret Family.

Di seguito, invece, trovate il testo della canzone.

Negrita – 1989 | Testo

Persi nella nuvola blu
della gioventù
le mie mani sulle tue
ed il cielo dentro agli occhi.

Il pieno nel piazzale di un bar,
la strada che va
l’incoscienza dell’età
volevamo solo andare via.

Il vento alza un odore di mare
di polvere e sale
sulla via per Marrakech
ballavamo a piedi nudi.

Giorni di velluto e poesie
disastri e utopie
a Berlino tutto ok
mentre il muro andava in briciole.

La notte è vergine
ti prego non tremare
i sogni strillano
non li puoi fermare.
La notte è femmina
e mi sto innamorando
i sogni strillano
e il mondo sta cambiando.

E tu col tuo vestito di fiori
sembravi una diva
per le strade di Montmartre
era ancora primavera.

Nell’autoradio punk e new wave
il boss e Tom Waits
cantavamo a squarciagola
con il cuore in piazza Tienanmen.

La notte è vergine
ti prego non tremare
i sogni strillano
non li puoi fermare.
La notte è femmina
e mi sto innamorando
i sogni strillano
e il mondo sta cambiando.

Il mondo sta cambiando
Il mondo sta cambiando.

logo 1
logo2