Utah Saints: gruppo vecchio fa buon disco

Mettiamo subito i punti sulle “I”. Non sono assolutamente un estimatore del tipo di musica in questione. Però quando uno è bravo, va detto. Per onestà intellettuale. Gli Utah Saints, che a dispetto del nome vengono da Harrogate, Inghilterra, sono sulla breccia dal 1991 ed un motivo ci sarà. In questi giorni sono tornati dopo

Mettiamo subito i punti sulle “I”. Non sono assolutamente un estimatore del tipo di musica in questione. Però quando uno è bravo, va detto. Per onestà intellettuale. Gli Utah Saints, che a dispetto del nome vengono da Harrogate, Inghilterra, sono sulla breccia dal 1991 ed un motivo ci sarà.

In questi giorni sono tornati dopo 15 anni ai vertici delle classifiche britanniche con la versione 2008 di un vecchio brano del 1992, “Something good”, che nella prima incisione conteneva il remix di “Cloudbusting” di Kate Bush. Una bella dance, senza troppi tunz tunz, magari invece con un occhio al mercato (non a caso). Buon ritmo, bel video, una ventata di allegria. Hanno ragione: “Something good”, “Qualcosa di buono” davvero. Bando alle ciance, ve lo propongo nella versione 2008 ed in quella originale.

I Video di Soundsblog