Elio e le Storie Tese – Grande Sud

Tra le cose migliori dello scorso Sanremo c’è sicuramente la partecipazione di Elio e le Storie Tese al Dopo-Festival. Nel corso delle nottate, oltre ai dibattiti e alle discussioni, la band s’è prodotta in una serie di cover deliranti e meravigliose di alcuni brani in concorso. Tra queste vi facciamo (ri)vedere la loro opera di

di dodo

Tra le cose migliori dello scorso Sanremo c’è sicuramente la partecipazione di Elio e le Storie Tese al Dopo-Festival. Nel corso delle nottate, oltre ai dibattiti e alle discussioni, la band s’è prodotta in una serie di cover deliranti e meravigliose di alcuni brani in concorso.

Tra queste vi facciamo (ri)vedere la loro opera di distruzione e ricostruzione di “Grande Sud” di Eugenio Bennato. Come in tutte le versioni degli Elii, partendo dal brano originale hanno modificato il testo e inserito una serie di citazioni di altri brani famosi. Ogni pezzo ha qualcosa di geniale, in questo caso hanno dato davvero il massimo.

In questa loro versione si inseriscono “La mia banda suona il rock” di Fossati, “L’angelo azzurro” di Umberto Balsamo, “Azzurro” di Conte e Celentano, persino “Sugli sugli bane bane” de Le Figlie del Vento, “Che sarà” dei Ricchi e Poveri, fino a chiudere con “Tanti auguri” di Raffaella Carrà e “Il gatto e la volpe” del fratello Edoardo Bennato. Fantastici!

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Italians Do It Better

Tutto su Italians Do It Better →