Sanremo 2008: squalificata Loredana Bertè

E'ufficiale. Il brano "Musica e parole" di Loredana Bertè è stato escluso dal Festival di Sanremo 2008. La commissione selezionatrice ha optato per questa scelta dopo aver esaminato il brano, ritenuto identico a quello scritto dagli stessi autori, Alberto Radius e Oscar Avogadro nel 1988 dal titolo "Sesto Senso", cantato da Ornella Ventura ed inserita in un lavoro di Tullio De Piscopo dal titolo "Ultimo segreto".

In effetti, il brano, per la parte musicale, risale addirittura a 10 anni prima. La cantante si esibirà sicuramente sabato sera fuori gara, su richiesta del direttore artistico Pippo Baudo. Non è chiaro invece, se domani, nella serata dei duetti, la Bertè eseguirà come previsto il pezzo insieme con Ivana Spagna.

Nel pomeriggio, la Bertè aveva smentito le accuse di plagio. Ma le verifiche presso la Siae hanno inchiodato la Bertè. Qui trovate il testo completo della conferenza stampa con la quale è stata annunciata l'esclusione dell'artista che ha rilasciato soltanto una dichiarazione: "Sono stata ingannata".

Tutto giusto. C'è solo un piccolo problema. Che il regolamento del Festival prevede che l'esclusione per plagio possa arrivare soltanto dodici ore dopo l'inizio delle prove ufficiali. Perchè se ne sono accorti solo dopo? Per la cronaca, nel 2006 Simone Cristicchi arrivò secondo nella sezione Giovani con il brano "Che bella gente", che risultava inciso in un disco di 10 anni prima della stessa autrice della canzone, Simona Cipollone detta Momo.

Qui di seguito trovate il brano della Bertè e uno stralcio del pezzo originale

  • shares
  • Mail