Muse vogliono droni volanti durante i concerti

La band ha intenzione di stupire il pubblico anche attraverso effetti speciali e scenici. Leggi le parole di Matt Bellamy su Blogo.it

Drones è il titolo del nuovo album dei Muse. Non stupisce più di tanto, quindi, se uno degli elementi che la band vorrebbe durante i loro concerti, siano proprio i droni che viaggiano sopra al pubblico pagante. L’idea l’ha rivelata Matt Bellamy, frontman del gruppo, in un’intervista radiofonica su Alt 98.7:

“Ci piace sempre utilizzare la tecnologia moderna nei nostri spettacoli: i più recenti schermi video o i giochi di luce, laser, tutto ciò che è là fuori. I droni sono ovviamente una cosa interessante da portare negli spettacoli dal vivo così stiamo cercando di farlo. Ci sono alcune difficoltà per questioni di burocrazia e sicurezza in merito agli oggetti che volano in aria ma l’idea generale è che quando il tour inizierà noi avremo la possibilità di usare oggetti volanti”

Del resto, come già anticipato, Drones non è un titolo scelto a caso per il disco in uscita il prossimo 8 giugno:

“In fondo io sono interessato a quello che i droni rappresentano dal punto di vista tecnologico, siamo in un arco temporale in cui queste macchine stanno iniziando ad emergere Sono i generi di cose che, crescendo, abbiamo visto in film tipo ‘Terminator 2’ e nelle pellicole che trattavano di situazioni che avvenivano nel futuro. Ma ora sono qui. Perciò ho pensato che fosse un argomento interessante di cui cantare e parlare – cosa significa , che cosa significa per l’uomo il coinvolgimento, i sentimenti umani esclusi da eventi come la guerra e così via, così ho pensato che sarebbe stato un argomento interessante da affrontare”

Via | Ultimate Guitar

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →