Eddie Vedder: Golden Globe, tour solista e nuovo album all’orizzonte

Nata come un gioco, quasi un favore fatto da Vedder all’amico Sean Penn, la colonna sonora del film (meraviglioso, tra le altre cose) Into The Wild si è rivelata un inaspettato successo: ha venduto 240.000 copie nei soli USA (che di questi tempi non è poco), e ha piazzato un singolo (Hard Sun) al tredicesimo

Nata come un gioco, quasi un favore fatto da Vedder all’amico Sean Penn, la colonna sonora del film (meraviglioso, tra le altre cose) Into The Wild si è rivelata un inaspettato successo: ha venduto 240.000 copie nei soli USA (che di questi tempi non è poco), e ha piazzato un singolo (Hard Sun) al tredicesimo posto della classifica singoli di Billboard.

Senza contare poi il Golden Globe vinto da Vedder per Guaranteed, premiata come miglior canzone originale di una colonna sonora. C’è insomma di che essere orgogliosi. Tutti questi successi hanno spinto Vedder a programmare un breve tour solista, sei date in tutto (tanto per cominciare), tra Canada e California, sei concerti che si annunciano intimi e intensi.

Il cantante è noto comunquer per essere una persona estremamente corretta, e non si dimentica il suo primo impegno, i Pearl Jam; prima di questo minitour, che prenderà il via il 2 aprile, la band si radunerà per raccogliere idee e bozze del prossimo album che – immagino – dovrebbe vedere la luce nel 2009.

A completare il momento di grazia del rocker americano, il 18 di marzo uscirà la compilation “Body of War: Songs That Inspired an Iraq War Veteran“, colonna sonora del documentario Body of War. L’album conterrà brani di Neil Young, Bright Eyes, Serj Tankian e Tom Morello, e il primo singolo sarà proprio No More di Eddie Vedder.