Rolling Stone, il tempio del rock a Milano: il libro che diventa social

Il nuovo libro di Edo Rossi parla dei fasti del club milanese chiuso nel 2009, e invita i lettori a condividere i proprio ricordi…

Il Rolling Stone è stato per decenni “il tempio del rock a Milano” – è stato questo il suo titolo ufficiale fino alla chiusura nel 2009.
Sottotitolo più adatto, quindi, non si poteva trovare per un libro dedicato al club che dal 1981 al 2009 ha fatto sognare decine di migliaia di appassionati di musica, con serate e soprattutto concerti indimenticabili. Serate immortalate, ad esempio, nel film I Fichissimi con Diego Abatantuono, e concerti immortalati, ad esempio, nel live-dvd dei Dark Tranquillity, che ha fatto la storia dello swedish death metal.
Locale pieno di storia e di ricordi: proprio su questi due pilastri si basa Rolling Stone, il tempio del rock a Milano, il nuovo libro di Edoardo Rossi edito dalla Italica Edizioni.

La presentazione del libro lo descrive come “un vivace racconto collettivo, restituendoci uno spaccato di vita notturna milanese e, al contempo, un capitolo della recente storia d’Italia che non si può leggere su nessun manuale”, ma il suo essere “racconto collettivo” va oltre la pagina stampata, e arriva su un blog: Rolling Stone – la storia continua, un sito su cui verranno pubblicati i ricordi dei frequentatori del locale, attraverso storie personali inviate all’indirizzo email [email protected] – la prima storia è già stata pubblicata, parlando dei concerti suonati dai Ramones in quello che era il “CBGB Milanese”.

Auguriamo a tutti buona lettura del libro, e buona contribuzione con le vostre storie – saremo curiosi di leggerle…

Rolling Stone, il tempio del rock a Milano – presentazione del libro

Il libro

Il Rolling Stone, con la sua storica sede milanese in corso XXII marzo, è stato dal 1981 al 2009 un punto di riferimento imprescindibile per il rock in Italia.
Nato come risposta alla disco commerciale della “Milano da bere”, ha assunto da subito il ruolo di tempio della musica live in città.
Al Rolling Stone hanno suonato artisti affermati così come giovani emergenti; il locale ha contribuito alla consacrazione di numerosi gruppi italiani, ed è stato una tappa immancabile per blasonate band straniere.
I suoi deejay hanno infiammato il dancefloor una stagione dopo l’altra, ma il “Rolling” è stato anche uno spazio multimediale, capace di trasformarsi in studio televisivo e set cinematografico. Dal palco della sala principale Jovanotti ha fatto il suo esordio su Italia 1, e la neonata Mtv Italia ha scelto fin da subito il locale come teatro di numerose trasmissioni.
Il libro di Edoardo Rossi ripercorre e racconta la storia di questo club fondamentale per la cultura musicale del nostro Paese, attingendo alle testimonianze di prima mano di chi ha vissuto la sua epopea. Fra le pagine del volume troviamo infatti le testimonianze dello storico patron Enrico Rovelli e dei primi deejay come Linus, Albertino e Federico l’Olandese Volante; leggiamo le rievocazioni di alcuni fra i musicisti più prestigiosi che hanno calcato il suo palco, da Caparezza e Omar Pedrini a Ferdi dei Casino royale e Olly degli Shandon; ci confrontiamo con l’opinione di Alessandro Cattelan e Luca De Gennaro, veejay e stratega della televisione musicale italiana; scopriamo, infine, i retroscena delle serate meglio riuscite, narrati da quanti vi hanno lavorato come direttori artistici, tecnici specializzati e organizzatori d’eventi.
L’autore ci regala così un vivace racconto collettivo, restituendoci uno spaccato di vita notturna milanese e, al contempo, un capitolo della recente storia d’Italia che non si può leggere su nessun manuale.

L’autore

Edoardo Rossi (1975) è nato A Torino e pur essendo ligure nel sangue è dal 2000 milanese d’adozione.
Già speaker di Rock Fm, ha collaborato alla realizzazione di numerosi programmi televisivi con le più importanti emittenti, da Mediaset a Mtv.
Nel 2009 ha pubblicato Percorsi musicali indipendenti, premiato come “Miglior libro indie dell’anno” al Mei di Faenza, cui ha fatto seguito, nel 2013, il volume Rock Fm. La radio, la vita.