SIAE, Filippo Sugar è il nuovo presidente

Il figlio di Caterina Caselli sostituirà Gino Paoli. Le prime dichiarazioni.

Atteso cambio al vertice della SIAE, dopo la vicenda che ha coinvolto l’ormai ex-presidente Gino Paoli. A seguito della votazione del Consiglio di Sorveglianza, Filippo Sugar è stato eletto nuovo presidente, ottenendo una larga maggioranza (con 21 voti su 30 presenti, ha superato di gran lunga gli altri componenti del consiglio di gestione: Federico Monti Arduini, Biagio Proietti, Luca Scordino e Andrea Purgatori).

Sugar, con i suoi 43 anni, è il più giovane presidente mai eletto in SIAE, ma da anni gravita nell’orbita della Società Italiana Autori e Editori: nel 2009 fu lui, in qualità di Presidente della FEM (Federazione Italiana degli Editori Musicali) a lanciare una grande campagna per lo svecchiamento e la razionalizzazione della SIAE, con l’obbiettivo di aumentare i ricavi dallo sfruttamento dei copyright che autori e editori le affidano. Ora potrà portare avanti la sua battaglia dall’interno, e sembrano proprio andare in questa direzione le prime dichiarazioni rilasciate:

“I prossimi due anni saranno cruciali per costituire una SIAE sempre piu’ leader anche rispetto alle altre societa’ di collecting Europee. Dobbiamo cercare di fare un salto di qualita’ nel rapporto tra Siae e i suoi associati e tra Siae e tutti coloro che ne utilizzano il repertorio, puntando sulla qualita’ del servizio e sulla digitalizzazione dei dati, per una Siae al passo coi tempi. In Italia e in Europa. Siae si impegnera’ ancora di piu’ per tutelare la cultura e i suoi autori: se gli Stati Uniti sono leader nella tecnologia, l’Asia nella manifattura della tecnologia americana, noi Europei siamo leader nella creazione dei contenuti. Questa non e’ solo un’opportunita’ per Siae ma per tutta l’economia del nostro Paese e dell’Europa”.

La nomina sarà operativa dopo il parere delle commissioni parlamentari competenti e il decreto di nomina firmato dal presidente della Repubblica.

I Video di Soundsblog