Matmos – Rainbow Flag

Vi avevamo già parlato da queste pagine dei Matmos e dei loro alquanto bizzarri metodi compositivi in proposito al loro precedente disco The Rose Has Teeth in the Mouth of a Beast.Ora però apprendo da Pitchfork che il duo di San Francisco è tornato al lavoro, come spiega la loro casa discografica Matador sul proprio


Vi avevamo già parlato da queste pagine dei Matmos e dei loro alquanto bizzarri metodi compositivi in proposito al loro precedente disco The Rose Has Teeth in the Mouth of a Beast.

Ora però apprendo da Pitchfork che il duo di San Francisco è tornato al lavoro, come spiega la loro casa discografica Matador sul proprio blog, con metodi meno radicali. Per il nuovo lavoro intitolato Supreme Baloon infatti i due lavoreranno solo su sintetizzatori senza mettere microfoni in posti strani…

Se il risultato deve essere quello di Rainbow Flag, primo estratto dal disco, allora non è davvero niente male.

Matmos – Rainbow Flag