J.Ax a Trezzo: foto, video e commenti dalla “data zero” del nuovo tour – 3 Marzo 2015

Parte con il botto (ed il soldout) “Il bello di esser brutti tour 2015”: scopri com’è andata nel nostro report ricco di foto dal Live Club.

Si ha la sensazione di aver vissuto un concerto “speciale”, quando si esce dopo 140 minuti di spettacolo dal Live Club, questa sera. Speciale perchè è la “data zero” del nuovo tour di J.Ax, speciale perchè era soldout, speciale perchè sono state suonate 35 canzoni, e soprattutto speciale perchè in vita mia ho visto solo un’altra volta un cantante in lacrime perchè aveva perso la voce e non riusciva a dare al pubblico tutto sè stesso su una “canzone importante”. La prima volta che ho visto una cosa del genere era con Ozzy Osbourne, che nel 1996 non riuscì a cantare Iron Man al Monsters Of Rock di Donington. La seconda è stata questa sera, quando Ax arriva ai bis senza voce e non riesce a dare il valore dovuto a Intro, urlando frustrato quando la voce lo tradisce nelle parti melodiche e lo rallenta nel rap. Il risultato? Tanto cuore, ed un trionfo.

Un rewind a inizio serata. Alle 21 Dj Zak sale in consolle e spara una selezione di rock and roll creato quando la maggior parte dei presenti non era nemmeno nata: Ramones, Clash, Rolling Stone… tutti apprezzatissimi dal pubblico, e ottimo ponte per il rap’n’roll che arriverà a breve. Alle 21.30 infatti calano le luci e sul palco arrivano due elementi “rock” come il chitarrista ed il batterista, uniti a due coriste e due dj. Arriva poi Space One… e poi si parte sulle note di Ribelle e Basta, in cui chitarra e batteria pestano di brutto e mostrano che il rap’n’roll scorre ancora potente in J.Ax.
Il nuovo palco è spettacolare, con grossa importanza data a tutti i musicisti, tantissimo spazio per permettere a Spazio e Ax di muoversi, ed un megaschermo su cui proiettare immagini “a tema” con la canzone (personalmente il lungo elenco di videogiochi anni Ottanta per Amiga e Commodore visti durante Meglio Prima mi ha commosso fortemente, complimenti alla casa di produzione di Weedo, che si è occupata di tutte le grafiche). Grande impatto scenico, quindi, e grande impatto sonoro: chitarra e batteria la fanno da padrona, e le coriste si rivelano fondamentali per dare profondità a tantissimi cori.
J.Ax canta in scioltezza, non sbaglia un colpo, è un piacere vederlo come vero e proprio animale da palco. Ad un certo punto, però, scherza sul fatto che i ventilatori gli stanno raffreddando il sudore, che lui è “vecchio” e i colpi di freddo gli fanno male. Si toglie l’elegante giacca, indossa una tshirt, inizia a coprirsi il collo, ma deve poi spegnere i ventilatori, che a quanto pare lo stanno distruggendo. Il concerto prosegue serrato, senza problemi, con la parentesi dance di Domenica da Coma / DecaDance / Meglio Prima / Tutta Scena seguita da una fantastica ed “ubriachissima” The Pub Song cantata con lo special guest Weedo, per il delirio della gente.
Si passa poi ad un momento più “intimo”, e sulle canzoni lente Ax inizia ad avvertire un problema alla gola, arrivando a mettere le mani avanti per Piccoli Per Sempre, dicendo che probabilmente stonerà un po’. Ma è lì che si vede quando si ha il pubblico migliore del mondo: Ax avrebbe anche potuto non aprire bocca durante la canzone, perchè i fan cantano tutto il brano con trasporto ed emozione. Breve pausa, si torna con la Musica da Rabbia e ci si avvia verso il finale, arrivando verso la Intro che ha suscitato tanta passione in tutti, e frustrazione solo nel protagonista della serata. Ma è tutto perdonato, c’è tempo prima che il tour parta da Roma, una decina di giorni per ricordarsi di spegnere i ventilatori sul palco e riprendersi la voce, per un tour trionfale, scandito dai cori di Uno di Noi dei fan migliori del mondo.

Ecco le foto del concerto, basta cliccare su una per far partire la gallery, da cui poi si possono ingrandire ulteriormente gli scatti…


J.Ax @ Live Club Trezzo Live Club, 3 Marzo 2015 – foto by Paolo Bianco

J.Ax al Live Club: la scaletta del tour 2015

Ax è stato così cortese da svelare la setlist addirittura in anteprima, via Twitter. Eccola qui – dovrebbe essere più o meno la stessa, quindi, per il lungo tour che dopo questa “data zero” partirà da Roma per tantissime tappe – per stessa ammissione di Ax, però, forse nelle altre date del tour si potrebbe eliminare qualche brano. Lo scopriremo a partire da settimana prossima… ma per stasera, abbiamo assistito al servizio completo!

Scaletta concerto J.Ax 2015

Ribelle e Basta
Rap’n’Roll
Vecchia Scuola
Old Skull
Ancora in Piedi
SNOB
Hai rotto il Catso
La Tangenziale
Rock City
Tre Paperelle
Spirale Ovale
Più Stile
Acqua nella Scuola
Sono di Moda
Sopra la Media
Domani Smetto
Un altro Viaggio
Caramella
Immorale
Domenica da Coma
DecaDance
Meglio Prima
Tutta Scena
The Pub Song
Maria Salvador
Tutto o Niente
Gente che Spera
Mrs & Mr Hyde
Il bello di esser brutti
L’uomo col cappello
Piccoli per Sempre
—–
Musica da Rabbia
Uno di quei Giorni
Altra Vita
Intro-Outro

j.ax-concerto-trezzo-2015-data-zero-space-one

I Video di Soundsblog