Max Cavalera: “Le domande sulla reunion dei Sepultura iniziano a tirarmi scemo”

Diciannove anni a rispondere NO alla stessa domanda in ogni intervista iniziano a pesare al cantante…

Sono passati diciannove anni da quando Max Cavalera ha lasciato i Sepultura. E, per inciso, nove anni da quando suo fratello Igor ha lasciato i Sepultura.
Eppure, a quanto pare (anche da parte della stampa italiana) non si può chiudere un’intervista con il cantante, senza chiedergli se tornerà con i Sepultura. Dandolo quasi per scontato.
Diciannove anni che questa domanda viene posta. Max sta iniziando a perderci la testa, come rivelato in un’intervista a Revolver.

“E’ difficile resistere alla tentazione di prendere a pugni in faccia chi mi chiede se tornerò nei Sepultura. Se prendessi a pugni chi me lo chiede, avrei le nocche insaguinate costantemente!
Cioè, io capisco la domanda. E’ una cosa legata alla mia vita, alla mia carriera. Ma la materia di discussione diventa noiosa, dopo un po’. Penso che la gente debba andare avanti, smetterla di pensare a me con i Sepultura.
Nel nuovo tour dei Soulfly, per la prima volta, non suoniamo nemmeno una canzone dei Sepultura, proprio per prendere un po’ le distanze, dopo tutto questo tempo, dalla band. E penso che lentamente, la gente stia iniziando a comprendere che sì, me ne sono andato. Quindi le cose stanno migliorando. Ma ogni tanto, mi arriva ancora questa domanda, e semplicemente mi stanno iniziando a tirar scemo.”

Max non ha cattivi ricordi dei Sepultura. Vorrebbe solo lasciarli nel passato, come diceva in un’intervista lo scorso Dicembre:

“Era una grande band che ha fatto delle grandi cose. Sono orgoglioso di tutti i dischi che ho fatto con i Sepultura. Se volete vivere nel passato, potete andare su YouTube e guardare i vecchi videoclip e qualche registrazione di concerto, e poi finirla lì. Noi abbiamo altro da fare – come i Killer Be Killer, i Cavalera Conspiracy e i Soulfly – ci teniamo impegnati con altre band…”

I Video di Soundsblog