Sanremo 2015, Enrico Ruggeri ospite della finale del 14 Febbraio (Video esibizione)

A Sanremo 2015 arriva Enrico Ruggeri in qualità di superospite italiano: canzone inedita sul palco dell’Ariston per lui.

Update 14 Febbraio Enrico Ruggeri presenta Tre signori, il nuovo singolo, sul palco dell’Ariston. L’effetto Rip Parade cantata da Luca e Paolo è effettivamente dietro l’angolo, visto che omaggia tre grandi morti come Gaber, Jannacci e Faletti.

Qui il video della sua esibizione al Festival.

Enrico Ruggeri sarà superospite del Festival di Sanremo 2015 nella serata finale del 14 Febbraio: il cantautore milanese è molto atteso nella sua prima partecipazione in qualità di ospite musicale, dopo aver partecipato come concorrente diverse volte nel corso degli anni e aver vinto Sanremo ben due volte, nel 1988 con Si può dare di più assieme a Gianni Morandi e Umberto Tozzi, e nel 1993 con Mistero.

Enrico Ruggeri porterà sul palco dell’Ariston il suo nuovo singolo, Tre signori, del quale ha postato sul proprio profilo Facebook il testo inedito: in questo brano Enrico Ruggeri omaggia tre grandi nomi della musica e dello spettacolo italiani, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e Giorgio Faletti.

Tutte le volte di Enrico Ruggeri a Sanremo

Enrico Ruggeri non è un novellino di Sanremo: il cantautore milanese è stato ospite dell’Ariston parecchie volte, sia in qualità di interprete sia in qualità di autore di brani altrui.

La sua prima partecipazione indimenticabile è quella del 1980 con i Decibel, assieme ai quali presentò la splendida Contessa: il brano fu finalista.

Nel 1984 è la volta di Nuovo swing, solo diciannovesima in finale, e nel 1986 tocca a Rien ne va plus che, nonostante il diciassettesimo posto, vince il Premio della Critica. Partecipa come autore ai brani Sonnambulismo (scritta per i Canton nel 1984) e Volti nella noia (scritta per gli Champagne Molotov, Nuove proposte nel 1985, ma non si classificano nemmeno).

La prima vera vittoria è nel 1987 con il brano Si può dare di più, cantato in trio con Umberto Tozzi e Gianni Morandi: la canzone conquista le classifiche e un posto nell’immaginario di tutti gli italiani, che non la dimenticheranno mai facilmente. Questo è anche l’anno della firma al capolavoro autorale Quello che le donne non dicono, interpretata da Fiorella Mannoia, che conquista il Premio della Critica.

Seconda vittoria per Enrico Ruggeri a Sanremo nel 1993 con il brano Mistero, per il quale si disse che finalmente il rock era arrivato all’Ariston.

Nel 1996 è la volta di L’amore è un attimo che conquista solo il quindicesimo posto, mentre nel 1997 firma da autore il brano Padre Nostro cantata dagli O.R.O. che arriva quarto. Nel 2002 il brano Primavera a Sarajevo si piazza ben quinta (e in effetti meritava). L’anno successivo Enrico Ruggeri è in coppia con Andrea Mirò, sua compagna anche nella vita, e porta un brano impegnato come Nessuno tocchi Caino che arriva ad un soffio dal podio, fermandosi al quarto posto.

Ultime notizie su Festival di Sanremo 2021

Il Festival di Sanremo, anche noto come Festival della Canzone Italiana, è la principale manifestazione dedicata alla musica italiana.

Tutto su Festival di Sanremo 2021 →