Sam Smith e il paragone con Adele: “Siamo molto diversi”

Il cantante inglese minimizza il confronto con Adele nell’intervista a Rolling Stone.

Molte volte abbiamo letto il paragone tra Sam Smith -esploso con Stay With Me e con l’album In the lonely hour- e Adele, regina delle classifiche per anni grazie al suo ultimo album “21”. Addirittura c’è chi ha definito il cantante come la versione maschile dell’interprete di “Set fire to the rain”.

Nell’intervista in uscita nella versione inglese della rivista Rolling Stone, è proprio Smith a rispondere a questo paragone:

“Siamo molto diversi e credo che i continui paragoni potrebbero farla incaz*are. Semplicemente mi infastidisce che la gente non possa accettare due pop star che cantano brani molto personali e che non sembrano le classiche pop star”

Il cantautore, candidato ai Grammy 2015, ammette di avere un rapporto in parte conflittuale con il suo corpo:

“Vorrei solo perdere peso per i Grammy, se voglio essere onesto. Sono solo molto cosciente del mio corpo. A volte mi sento davvero orgoglioso di non somigliare alle altre pop star. Ma ci sono anche momenti in cui io penso, ‘Ugh, vorrei avere gli addominali come Bieber”

Infine, Sam -dichiaratamente omosessuale- ha raccontato un momento difficile vissuto nel suo passato. Un giorno, mentre stava camminando con suo padre per una strada, è stato insultato da un uomo, dalla sua macchina, mentre transitava per quella via. Gli aveva urlato “fin0cchio”, fuggendo via, in maniera vigliacca:

“Ero semplicemente imbarazzato che mio padre avesse dovuto assistere a quella cosa, perché posso solo immaginare come ci si senta come un genitore. Hai voglia di ucciderli. Ero sempre in imbarazzo per le persone intorno a me. In realtà non mi ha mai profondamente colpito in prima persona, sai?”

I Video di Blogo

Francesco Guccini e Mauro Pagani per l’album “Note di viaggio – Capitolo 2” (intervista)