Amy Winehouse, Mark Ronson le dedica Uptown Special: “Ti penso sempre”

Il produttore e autore di Uptown Funk parla della cantante inglese scomparsa nel 2011: “Era straordinariamente intelligente e onesta”.

Mark Ronson è in cima a tutte le classifiche con Uptown Funk impreziosita dal featuring di Bruno Mars, ma il produttore e compositore inglese non è nuovo alle chart e alle collaborazioni, anzi, è da discreto tempo che circola nel mercato musicale: una delle voci da lui più celebrate ed esaltate in passato è stata quella di Amy Winehouse, la cantante britannica scomparsa a soli 27 anni nel 2011.

Proprio di Amy Winehouse ha parlato Mark Ronson durante la lunga intervista radiofonica con il programma Afternoon Live di BBC 5, sottolineando l’importanza della cantante nella sua carriera e soprattutto nella vita personale.

Credo che alcuni tipi di lezioni, siano state in studio o nella vita, li abbia imparati da lei. Era straordinariamente intelligente, onesta e tutto il resto, e possedeva tutte le qualità caratteriali che stavo cercando. Eravamo grandi amici. Ci sono state diverse cose che ho preso dalla nostra amicizia e le ho tenute care anche se ero più vecchio di lei, anche se in modo superficiale. Quindi sì, quelle cose cui penso… ci sono periodi in cui ci penso tutti i giorni o altri in cui svaniscono leggermente, ma è come se fosse sempre in studio con me.

Il ricordo di Mark Ronson su Amy Winehouse è diventato amaro nel momento in cui ha associato la possibilità che il successo raggiunto anche grazie al lavoro fatto insieme (Ronson ha firmato la produzione del disco Back To Black, il capolavoro di Amy Winehouse) abbia in fondo ucciso la cantante.

Vorrei averla qui e aver venduto cinque dischi in tutto, ma credo che siano due cose separate. EÈ meraviglioso, perché incontrai questa ragazza e nel giro di 10 giorni abbiamo fatto questo disco che coinvolgeva moltissimo entrambi, ma al tempo stesso tutta la roba che il successo di è portato appresso potrebbero aver contribuito a non farla essere qui adesso. Non lo so, ci sono due diverse cose nella mia testa.

Mark Ronson non ha nascosto di aver dedicato il nuovo disco, Uptown Special, proprio ad Amy Winehouse (esattamente come fece Lily Allen): in un Tweet pubblicato qualche giorno fa, il produttore ha scritto un affettuoso messaggio di saluto alla sua amica e collaboratrice fidata.

Anche se vorrei che fossi ancora qui, ti penso sempre, sono ispirato da te e la tua musica vive in me e in tutti coloro che riescono a percepirla.

Via | NME