La follia dei playback

Non chiedetemi perchè, ma in questo periodo la gente impazzisce letteralmente per gli sconosciuti che cantano in playback e mandano le loro riprese su Google video. La maggior parte dei video sono irritanti , molti sono inutili, alcuni sono meno banali, altri ancora sono rudimentali da fare pena. Ad ogni modo è interessante vedere come


Non chiedetemi perchè, ma in questo periodo la gente impazzisce letteralmente per gli sconosciuti che cantano in playback e mandano le loro riprese su Google video.
La maggior parte dei video sono irritanti , molti sono inutili, alcuni sono meno banali, altri ancora sono rudimentali da fare pena. Ad ogni modo è interessante vedere come servizi che permettono di partecipare alla comunicazione globale dal basso e in forma virale, diano fama a gente che altrimenti sarebbe rimasta sconosciuta per sempre. Ma soprattutto non bisogna dimenticare che il vero precursore del fenomeno fu il tizio, Gary Brolsma, che l’anno scorso fece il giro del mondo finendo su tutti i principali media con ‘Numa numa dance’, riprendendosi semplicemente con una web-cam . Lui sì che faceva ridere.

I Video di Soundsblog