Michele Bravi: “Sanremo? Solo quando ci sarà una mia musica”

Intanto, con un video su Facebook, annuncia la partenza di un nuovo progetto, con annessa nuova etichetta discografica.

[blogo-video provider_video_id=”5loPRz-RIfo” provider=”youtube” title=”Michele Bravi – Sotto una buona stella” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=5loPRz-RIfo”]

Ricordate Michele Bravi, il “tesorino” vincitore di X Factor 7? E ricordate pure il lungo sfogo su Facebook di appena qualche giorno fa in cui si domandava “La musica è stata solo una parentesi nella mia vita?“?

Ecco, bene, resettate tutto. Rispetto all’amarezza che traspariva in quelle parole, oggi sembra essere una giornata decisamente migliore per il giovane cantante umbro, che dopo il talent ha esordito con l’album A passi piccoli, ma non ha avuto il successo discografico di tanti suopi predecessori (o anche successori: citofonare il lanciatissimo Lorenzo Fragola).

Michele ha infatti annunciato, attraverso un video postato sulla sua pagina Facebook e che lo vede in sala d’incisione, la partenza di un nuovo progetto sotto l’ala di una nuova etichetta discografica (la quietplease Music):

Partire con un nuovo progetto. Più consapevoli. Più liberi. Più veri.
quietplease.

E che abbia appena cominciato a darsi da fare con un nuovo album lo ha confermato anche su Twitter dove ha risposto alle domande dei fan attraverso l’hashtag #AskMicheleBravi. A chi gli ha chiesto notizie su un nuovo disco, il cantante ha risposto:

.@theirsmjless_ solo oggi ho iniziato ad ascoltare cose, quindi vedremo…

A chi, invece, gli ha chiesto se non ritiene Sanremo un’importante vetrina per far conoscere la sua musica, ha replicato:

.@dreamakareality solo quando ci sarà un “mia musica”.

In effetti Bravi ha scelto di non “bruciare le tappe”, catapultandosi al Festival di Sanremo subito dopo la vittoria ad XF. A giudicare dalle sue parole non sembra pentito anche se la kermesse canora più importante d’Italia ha portato molta fortuna ad altri ex concortrenti e vincitori del talent come Noemi, Marco Mengoni, Chiara Galiazzo e, stando ai risultati delle vendite finora, anche a Lorenzo Fragola che ci andrà il mese prossimo.

Infine, a differenza dei dubbi manifestati nel suo sfogo su Facebook, non ha alcuna intenzione di riporre la musica nel cassetto e a chi, sempre su Twitter, gli ha posto la domanda “Se non fossi un cantante, che lavoro ti piacerebbe fare?” ha risposto sicuro:

.@my_idols_KPSCM mai fare piani B quando si sogna!

Foto: Facebook