Atari. L’elettronica italiana parte dai videogiochi

Spendiamo oggi due parole ben spese per un curioso duo napoletano presentato in questi giorni sulla copertina musicale di Myspace. Trattasi degli Atari, che non sono solo denominati con una quasi plagiante citazione alla famosa casa di produzione di giochi elettronici, ma un vero e proprio comune denominatore della musica di questi due bravi artisti.

di aleali

Spendiamo oggi due parole ben spese per un curioso duo napoletano presentato in questi giorni sulla copertina musicale di Myspace. Trattasi degli Atari, che non sono solo denominati con una quasi plagiante citazione alla famosa casa di produzione di giochi elettronici, ma un vero e proprio comune denominatore della musica di questi due bravi artisti.

Possiamo aggiungere che i loro nomi di battaglia sono Player 1 e Player 2. E i giochi, per l’appunto, sono fatti. La loro musica è liberamente ispirata ai giochi 8 bit: i primi, i più semplici, i più belli. Una citazione divertente per il due emergente che nelle 10 tracce dell’album di esordio “Sexy Games For Happy Families”, propongo tracce interessanti, amabili per chi ama la musica elettronica senza pretese d’avanguardia.

Quindi piacerà anche a te che la musica elettro quasi quasi non la ascolti. Sul sito di Mtv è possibile ascoltare gratuitamente l’album in streaming, quindi è già a disposizione un ottimo modo per farsi un’idea chiara e sana degli Atari.

Se volete acquistare il loro cd e avere informazioni per scoprire dove si esibiranno, andate nel loro ricchissimo Myspace. L’album è sotto etichetta Freak House e Distribuzione Venus. Alla lunga, chi già non amava le musichette acute dei videogiochi, potrebbe iniziare ad odiarli. Uomo avvisato…

I Video di Soundsblog