Rambo Rimbaud, il nuovo progetto solista di Ville Valo debutta dal vivo

Solo sul palco, con un sacco di riverbero ed una manciata di cover: ecco cosa fa il cantante degli HIM di questi tempi.

Sono passati solo due anni da quando è uscito Tears On tape, il più recente album degli HIM, ma la sensazione è che sia passata una vita. Perlomeno, è passata dai fasti di Razorblade Romance (del 2000) o Deep Shadows (2001), e i riflettori non sono più puntati come una volta sul frontman/sex symbol Ville Valo.

Quindi, fuori dal nulla, eccolo sorprenderci con una apparizione all’Helldone Festival in Finlandia, lo scorso 29 Dicembre, dove ha fatto debuttare i Rambo Rimabud, progetto solista nel vero senso della parola, visto che Ville imbraccia la chitarra e canta, mentre sul palco attiva vari strumenti (con un riverbero enorme) e si trova completamente da solo.

Il risultato, comprendente una cover di Black Sabbath e Tim Buckley, potete ascoltarlo nei video in quest’articolo. Diciamo che, come feeling e sonorità, lo si potrebbe paragonare al “greatest remix hits” dei due Uneasy Listening, in cui la band proponeva versioni “strane” delle proprie canzoni.

Questa la descrizione della band. Strana, ovviamente.

“Questo oggetto misterioso proveniente da un posto in cui Dio non riesce a scrutare ha mantenuto fino ad oggi un profilo più basso del basso. I pochi che hanno avuto la possibilità di vedere Rambo Rimbaud dal vivo, con altri nomi, a metà anni Novanta, dicono tutti che è stato un qualcosa di incredibile, dicendo cose del tipo “E’ difficile definire la musica ascoltata, si può solo dire che sembra provenire da un altro pianeta, piena di emozione e molto potente. Mi chiedo dove siano spariti i Rambo Rimbaud.”
Dopo questi umili inizi, una serie di sfortunati eventi li hanno obbligati ad una pausa di quasi dieci anni, ma ora i Rambo Rimabud stanno finalmente lavorando al proprio debut album, forse intitolato “Militantly Violent Libertine” (Il libertino violentemente milante)”.