James Taylor canta Fire And Rain a Quelli che il calcio

Ad accompagnarlo al piano Rocco Tanica.

Nella puntata di oggi dedicata alla bellezza, Quelli che il calcio, la trasmissione sportiva di Rai 2, è stato ospite d’eccezione il cantante e musicista americano James Taylor.

Il cantautore statunitense avrebbe dovuto esibirsi in trasmissione live, chitarra e voce, accompagnato per l’occasione al piano da Sergio Conforti sul brano “Secret O’ Life”. Ma, come ha poi spiegato nell’intervista a Nicola Savino, ha scelto di cambiare il brano scegliendone uno più adeguato per dimostrare vicinanza ai fatti di Parigi. E così ha scelto di eseguire il suo celebre brano Fire And Rain, accompagnato al piano da Rocco Tanica.

James a Quelli che il calcio: l’intervista di Nicola Savino

quellicheilcalcio james taylor 2

Taylor spiega subito il motivo del cambio di pezzo da cantare in trasmissione, motivo legato agli avvenimenti di Parigi:

Ho pensato fosse meglio suonare questo, più adatto, per essere più vicini.

Alla domanda su come abbia fatto a convincere i Beatles a pubblicargli un album risponde semplicemente con “Un colpo di fortuna“. Invece, sul suo rapporto di odio-amore con premi e riconoscimenti, afferma:

C’è la tendenza a far diventare tutto una competizione. Nell’arte, invece, non c’è nessuno che vince e nessuno che perde.

Infine sul tema della libertà, piuttosto d’attualità, James Taylor dice:

E’ la cosa più importante di cui possiamo godere grazie ai nostri padri. Senza libertà non avrei potuto fare musica, prendere un aereo per venire qui, suonare in questo studio con il mio amico Rocco Tanica.

James Taylor, Fire And Rain: testo

Just yesterday morning, they let me know you were gone.
Suzanne, the plans they made put an end to you.
I walked out this morning and I wrote down this song,
I just can’t remember who to send it to.
I’ve seen fire and I’ve seen rain. I’ve seen sunny days that I thought would never end.
I’ve seen lonely times when I could not find a friend, but I always thought that I’d see you again.
Won’t you look down upon me, Jesus, You’ve got to help me make a stand.
You’ve just got to see me through another day.
My body’s aching and my time is at hand and I won’t make it any other way.
Oh, I’ve seen fire and I’ve seen rain. I’ve seen sunny days that I thought would never end.
I’ve seen lonely times when I could not find a friend, but I always thought that I’d see you again.
Been walking my mind to an easy time, my back turned towards the sun.
Lord knows when the cold wind blows it’ll turn your head around.
Well, there’s hours of time on the telephone line to talk about things to come.
Sweet dreams and flying machines in pieces on the ground.
Oh, I’ve seen fire and I’ve seen rain. I’ve seen sunny days that I thought would never end.
I’ve seen lonely times when I could not find a friend,
but I always thought that I’d see you baby, one more time again, now.
Thought I’d see you one more time again.
There’s just a few things coming my way this time around, now.
Thought I’d see you, thought I’d see you, fire and rain, now.

James Taylor, Fire And Rain: traduzione

Fuoco e pioggia

Proprio ieri mattina mi hanno detto che te ne sei andata
Susanne i loro piani hanno decretato la tua fine
Sono uscito questa mattina e ho scritto questa canzone
Solo che non ricordo a chi mandarla

Ho visto il fuoco e ho visto la pioggia
Ho visto giorni splendenti che pensavo non sarebbero mai finiti
Ho visto periodi solitari quando non riuscivo a trovare un amico
Ma ho sempre pensato che ti avrei rivista

Gesu, guarda in basso verso di me
Devi aiutarmi ad essere forte
Devi comprendermi per un altro giorno
Il mio corpo è malato ed il mio tempo è quasi scaduto
E non ce la farò in nessun altro modo

Ho visto il fuoco e ho visto la pioggia
Ho visto giorni splendenti che pensavo non sarebbero mai finiti
Ho visto periodi solitari quando non riuscivo a trovare un amico
Ma ho sempre pensato che ti avrei rivista

Ho portato la mia mente verso giorni migliori, con le spalle rivolte al sole
Dio sa che quando soffia un vento freddo devi girare la testa
Ore al telefono a parlare di progetti
Per il futuro
Sogni e macchine volanti infranti al suolo

Ho visto il fuoco e ho visto la pioggia
Ho visto giorni splendenti che pensavo non sarebbero mai finiti
Ho visto periodi solitari quando non riuscivo a trovare un amico
Ma ho sempre pensato che ti avrei visto, tesoro, un’altra volta

Ma ho sempre pensato che ti avrei rivista
Ora mi capitano solo poche cose
Pensavo che ti avrei vista, pensavo che avrei visto fuoco e pioggia, ora.