Marilyn Manson e il sess0: “Solamente al buio e con le mutande addosso!”

Alcune curiose fobie bloccano la vita sotto le coperte del cantante…

Marilyn Manson. All’apice del successo, uno dei suoi soprannomi principali era “God Of F*ck”. Un misterioso oggetto s3ssuale gotico, che si trombava chiunque.
E oggi? Oggi, confessa in una lunga intervista a Rolling Stone che molte sue abitudini sono cambiate: niente più assenzio, molta più palestra. E sess0 tranquillissimo…

“Innanzi tutto, le luci devono essere spente. Nonostante quel che pensiate, sono un tipo molto timido.
Poi, non mi piace togliermi le mutande. Le tiro giù, ma non le tolgo mai. Ho la paura continua che la casa vada a fuoco, e non voglio essere costretto a correre in strada nudo.
In ogni caso, devo intrattenere “congressi sessuali” almeno cinque volte al giorno, con un massimo di dieci.
La verità è che non mi piace entrare in intimità con le persone. Avrò fatto la doccia con una ragazza al massimo un paio di volte nella vita, e con la luce spenta. Inoltre ho paura delle vasche da bagno, forse perchè mia mamma mi faceva il bagno da bambino e mi ricordo che non mi piaceva.”

Ecco, questa è la vita segreta del God Of F*ck nel 2015. Ma forse, in un’epoca in cui tutti si vantano di quanto estreme siano le loro attività sotto le coperta, questa sorta di “normalità” è la cosa più anormale che Manson possa fare?
Oppure, rimane il sospetto che stia semplicemente prendendo in giro tutti, con queste dichiarazioni, e con la sibillina definizione “congresso sessuale”, che non si sa bene cosa descriva?

Sicuramente è brutto concentrarsi solo sul lato pruriginoso della lunghissima intervista di Rolling Stone (che vi invitiamo a leggere, in inglese), ma queste affermazioni sicuramente hanno attirato l’attenzione. E allora sì, Manson ha vinto ancora una volta, perchè dopo vent’anni ancora si parla e si fantastica della sua vita sessuale…

I Video di Soundsblog