Sam Smith: “I talent show come X Factor sono dannosi per i cantautori”

Il cantante è critico contro il talent show. Scopri il perché su Blogo.it

Sam Smith non è un concorrente ideale di X Factor. Il talent show che ha sfornato diversi artisti nelle sue edizioni internazionali, non avrebbe probabilmente mai visto Sam Smith affrontare le audizioni del programma. Non si tratta di snobismo ma piuttosto di carattere. E’ questo il motivo che ha indicato il cantante inglese esploso nel 2014 in un’intervista al The Mirror.

“E’ stata una decisione consapevole- la mia- di non partecipare ai casting di X Factor. E’ per la gente ma non per le persone”

Secondo Smith, infatti, c’è un grosso limite nel meccanismo del talent show in generale: sono “perfetti per cantanti che cantano ed è questo tutto quello che vogliono fare”

ma alla fine tu stai cantando brani di altre persone. Le persone ti giudicano sulla musica delle altre persone

Il cantautore ha spiegato quello che, invece, per lui è essenziale:

“Voglio che la gente mi giudichi sulla mia voce e sulle mie canzoni – questo è ciò che è importante per me. Io dico sempre alla gente ‘Se sei un cantante, vai a farlo’ Si tratta di una piattaforma di lancio incredibile. Ma se non lo sei, e sei un cantautore, penso che in realtà sia molto dannoso per te andare in questi programmi”

Una presa di distanza dai talent show che arriva a poche settimana dalla sua partecipazione a X Factor Uk, come ospite. Un’ospitata e un’esperienza che ha definito incredibile nonostante una delusione che non ha voluto tenere nascosta:

“Non mi è piaciuto il fatto di non aver avuto la possibilità di incontrare Simon e Cheryl. Ho pensato che sarebbero venuti a dirmi ciao, o avrei avuto modo di andare io da loro a salutarli. E invece non ho mai avuto modo di vederli e incontrarli”

I Video di Soundsblog