I baci famosi e ‘non convenzionali’ nel mondo della musica [video]

Baci che hanno conquistato, che hanno fatto discutere e che hanno colpito l’interesse dei media o del pubblico. Un viaggio tra alcuni esempi nel mondo della musica su Blogo.it

Una canzone sa essere potente grazie al testo e alla musica. Insieme ad una produzione vincente e un ritmo che entra in testa fin dai primi ascolti, il successo può quasi essere assicurato. Tutto questo, se accompagnato da un video ammiccante o abile nel colpire l’attenzione del pubblico, non può che migliorare il tutto. Ci sono poi, alcuni brani, che sono diventati famosi anche proprio grazie ai video, magari non brillando particolarmente in classifica ma incuriosendo il pubblico e facendo chiacchierare. Partendo da un semplice bacio, ad esempio. Ed è proprio questo atto d’amore -o semplice passione, intimità- che vogliamo prendere in considerazione in questo post, tra quelli più noti e non convenzionali, dal vivo o nei video ufficiale. I baci che conquistano, stupiscono, fanno parlare e che piacciono.

Nel mondo del pop, un bacio in grado di far chiacchierare è stato certamente quello che risale a circa 12 anni fa. Era il 2003, ai Vma: Madonna sale sul palco e canta Like a Virgin insieme a Britney Spears e Christina Aguilera. Una performance che è passata alla storia. E c’è stato anche un lato “imbarazzante” durante la diretta perché, dopo il bacio scoccato sulle labbra della Spears, le telecamere hanno indugiato sul primo piano di Justin Timberlake, tagliando così quasi tutto il secondo bacio con miss Aguilera. In molti, infatti, ricordano e collegano la scena tra Britney e la Ciccone, dimenticando che c’era anche Xtina, in quel momento.

Rimaniamo con Christina Aguilera che, intanto, si era fatta applaudire dai critici grazie all’intenso video pubblicato per accompagnare il suo secondo singolo estratto da Stripped. Parliamo, ovviamente, di Beautiful. Dopo il consenso decisamente tiepido ottenuto con “Dirrty”, Xtina era riuscita a decollare proprio grazie a questo meraviglioso pezzo. Il messaggio era vincente, la musica e le parole impeccabili: Io sono bellissimo, non importa quello che gli altri dicono. Diversi esempi e storie nel video, da una ragazza sofferente di anoressia a una teenager vessata dai compagni bulli a una coppia gay innamorata che si bacia su una panchina mentre la gente che passa li osserva. Un semplice simbolo d’amore, in primo piano, che ha ottenuto ottimi consensi: la scelta, ovviamente, è stata anche applaudita da tutte le associazioni lgbt.

Sempre un bacio gay è presente nel video di Viðrar vel til loftárása dei Sigur Ros. Decisamente con un finale diverso, purtroppo. Anche in questo caso viene condannata apertamente l’omofobia quando due ragazzini, durante una partita di calcio, nel festeggiare, si baciano sul campo da gioco. Il padre di uno dei due dapprima esulta, entusiasta. Poi, una volta che si è accorto della tenerezza che suo figlio di sta scambiando con l’amico, entra in campo con un’espressione furiosa e separa i due, afferrando il ragazzo per un braccio, trascinandolo via. La musica sottolinea questa scena di interruzione violenta, una Bibbia cade tra l’erba e i due vengono allontanati, lasciando immaginare allo spettatore la peggiore reazione possibile. Duro, drammatico nello spezzare un bacio romantico e quasi fiabesco.

Omofobia e baci non possono che far tornare alla mente anche l’ultimo video di Hozier, il successo del 2014 con Take Me To Church. Una esplicita accusa alla Russia omofoba. Anche in questo caso, il bacio tra i due ragazzi avviene all’inizio della canzone ma sotto lo sguardo di un gruppo di criminali, pronti a rapire uno dei due e pestarlo violentemente accanto ad un falò improvvisato nel quale bruciare una cassetta contenente ricordi e oggetti personali della coppia. Violento, ansiogeno, drammatico.

In questa rassegna di baci non possiamo non includere anche quello tra i due robot “umanizzati”, presenti nelle immagini che accompagnano “All is Full of Love” di Bjork. Tra macchinari che avvitano, ganci meccanici e un tavolo d’acciaio, due robot prendono vita abbracciandosi, stringendosi fra loro e baciandosi con passione e affetto. Il contrasto voluto tra il freddo della tecnologia e il calore dell’emozione umana.

Un recente esempio di bacio è anche presente nel video dei Maroon 5, Animals. Nel secondo estratto da V, troviamo un Adam Levine versione stalker che segue, ossessionato, una cliente del suo negozio. Cerca di attirare la sua attenzione nella vita reale, non ci riesce e quindi inizia a fantasticare di possederla, di averla per se, tra baci appassionati sotto cascate di sangue. Immagini che, ovviamente, sono state criticate ferocemente perché danno un’accezione erotica e sensuale di un rapporto che invece è malato e problematico. Curiosità: la bella ragazza con cui si accoppia Adam è la moglie nella vita reale.

Ai tempi attirò polemiche ancora più feroci il video ufficiale di Like a Prayer, brano per il quale Madonna decide di sfidare tutte le convenzioni e crea, ad hoc, scene che sicuramente sarebbero state prese di mira dai benpensanti. Tra croci infuocate nella notte, un Gesù di colore, c’è spazio anche per un bacio sui piedi della statua, il Salvatore che si anima, prende vita e bacia la cantante sulla fronte. Poi, per non lasciare nulla di incompiuto, anche una scena di passione con bacio tra i due, sdraiati a terra. Tutti gli ingredienti perfetti per stupire e far parlare di sé. Missione più che riuscita che ancora oggi fa discutere.

Nel 1994, sul palco degli Mtv Awards, Michael Jackson appari davanti al pubblico, da dietro il sipario, mano nella mano con Lisa Marie Presley. Lei, intimidita dagli applausi e dal clamore dopo la loro uscita sul palco, salutava timidamente, accanto al suo compagno. Dopo un saluto di benvenuto, il cantante subito ironizzò dicendo che “nessuno probabilmente avrebbe pensato che sarebbe durata”. E poi, si baciò con passione davanti ai presenti, provocando un boato come reazione.

Questi sono solo alcuni dei tanti baci che, nel corso degli anni, hanno accompagnato il mondo della musica a quello delle immagini. Un bacio protagonista del parlare e del discutere. Un bacio come messaggio. Un bacio come qualcosa di ancora non convenzionale (!).

E voi quali altre aggiungereste a questo elenco?