One Direction, Adele e Beyoncé: mail violate e canzoni hackerate?

Anche il mondo della musica trema per colpa degli hacker.

I colleghi di Cineblog hanno riportato i problemi causati dagli hacker che hanno messo a rischio e ritardato l’uscita del film The Interview. Michael Lynton, amministratore delegato Sony, ha prima cestinato il film per le minacce terroristiche ricevute dalla Corea del Nord e infine ha poi deciso di trasmettere il film in 331 sale d’America e on line, attraverso Google Play, YouTube Movies, Microsoft’s Xbox Video e il sito ‘www.seetheinterview.com’. Si potrà vederla ‘a noleggio’ con 5.99 dollari oppure acquistandolo direttamente per 14.99 dollari.

A essere finiti nel mirino degli hacker, però, a quanto pare sarebbero anche alcuni famosi cantanti internazionali. Le loro mail personali sarebbero state hackerate, insieme a dettagli di contratti, richieste capricciosi e pretese che metterebbero in imbarazzo i diretti protagonisti.

L’analista media Mike Raia ha ammesso la delicatezza della situazione che vede anche coinvolti alcuni file musicali finiti tra le mani degli hacker, con la possibilità concreta di caricarle online da un momento all’altro:

“I file musicali destinati ad essere rilasciati in un secondo momento potrebbe essere, invece, caricati in rete e i fan li potrebbero scaricare gratuitamente. Stiamo parlando di centinaia di milioni di dollari in mancati introiti. Potrebbe accadere un disastro finanziario così enorme che la società, almeno nella sua forma attuale, potrebbe anche non sopravvivere”

Tra i cantanti coinvolti ci sarebbero i One Direction, Adele ma anche David Bowie, Rita Ora e Beyoncé

Nel frattempo, un alto dirigente di Sony Music ha dichiarato che i boss della società sono ‘in completo panico’ per l’hacking.

“Noi non sappiamo nemmeno ciò che esattamente hanno. Sappiamo che è molto. Ci sono scheletri nell’armadio di tutti, solo che nessuno si aspetta che un gruppo di ladri possa abbattere la porta e rubare tutto ciò che c’è dentro”

Via | Entertainment.ie